stai leggendo....

Calcio. Rimini-Bellaria per l’alta quota.

calcio

Domani una tra Rimini e Bellaria potrebbe davvero volare in alta quota. I tre punti in palio non valgono solo per l’orgoglio e il prestigio, ma valgono sopratutto per la classifica. Non è un vero e proprio derby quello di domani al “Neri”. Quando si para di derby nel mondo del calcio si intendono le stracittadine, cioè le partite di due squadre della stessa città. Ma a volte esistono le eccezioni e vengono considerati derby anche le partite tra squadre della stessa regione . Queste gare vengono vissute  sempre con molte emozioni e a volte anche con tensione dalle tifoserie. Ci possono essere ragioni di campanilismo, a volte ci sono quasi espressioni di odio come avviene  per esempio tra Cesena e Rimini. Ma non è il caso della gara in questione. Le due società sono amiche, le due tifoserie non hanno mai avuto modo di scontrarsi , per cui non dovrebbero esserci motivi di particolari tensioni. Luca D’angelo, allenatore dei biancorossi considera la partita contro il Bellaria una gara come tutte le altre a differenza della formazione di Campedelli che avrà stimoli particolari, dettati dalla voglia di emergere nei confronti dei più blasonati (almeno per il nome) “cugini”. Domani quindi chi vince spiccherà il volo in classifica e la cosa potrebbe avere effetto di natura psicologica importante,  come quello  di acquisire quella mentalità così detta  vincente.

Commenta la notizia

Nessun commento ancora.

Rispondi

Bar Sport su Facebook