stai leggendo....

Calcio. Santarcangelo-Giacomense 2-3 (0-1)

calcio

SANTARCANGELO (4-3-1-2): Nardi (23° Bicchiarelli); Fabbri (5° st Bazzi), Arrigoni, Gregorio, Locatelli; Baldinini, Obeng, Del Pivo (21° st Zavalloni); Tonelli; Scotto, Graziani. A disp.: Bacchiocchi, Schiavini, Gavoci, Ferri. All.: Angelini

GIACOMENSE (4-4-2): Poluzzi; Gorini (20° Mandorlini), Sirri, De March, Parenti; Scaioli, Caciagli, Vagnati (21° st Cenerini), Tanaglia; Staffolani, Paci. A disp.: Pavanello, Ortolan, , Lodi, Dal Rio. All.: Gadda

ARBITRO: Romani di Modena

MARCATORI: 33° Tanaglia (G), 2° st Staffolani (G), 13° st Scotto (S), 14° st Paci (G), 29° st Tonelli (S)

NOTE: ammoniti Obeng (S), Scotto (S), Tonelli (S), Mandorlini (G), Caciagli (G);  recuperi 5’ pt e 4’ st, calci d’angolo 7-3, spettatori 400 circa.

 

Il Santarcangelo è pazzo: perde la sua seconda partita consecutiva lanciando un piccolo segnale di allarme ma una volta sotto di due gol produce uno sforzo che se fosse arrivato sul risultato di 0-0 avrebbe portato a ben altra conclusione il match con la Giacomense. I grigiorossi, invece, con una prova ordinata e coraggiosa, sono riusciti a sabotare la macchina gialloblù per almeno un’ora.

SCHIERAMENTI. Gadda schiera i suoi secondo il c4-4-2: gli avanti sono Staffolani e Paci. Angelini invece, dopo l’esperimento della difesa a tre visto a Cuneo, ritorna a modulo e formazione base: 4-3-1-2 con Tonelli dietro a Scotto e Graziani.

CRONACA.  Dopo un avvio di gara equilibrato la prima occasione è di marca gialloblù con un colpo di testa di Baldinini (7°) su calcio d’angolo da sinistra: Poluzzi para centralmente. Attorno al quarto d’ora Gorini rimedia un colpo alla testa che lo costringe prima a farsi medicare a bordo campo, poi a lasciare il posto a Mandorlini. Poco dopo anche il portiere di casa Nardi è costretto ad abbandonare il campo per un problema muscolare,al suo posto esordisce in gialloblù Bicchiarelli. Al 28° la Giacomense ha un sussulto e conquista due corner in rapida successione: sugli sviluppi del secondo il nuovo entrato compie un autentico miracolo su De March, poi rimane a terra subendo fallo nel tentativo di raccogliere la sfera. Dall’altra parte ci prova Tonelli al 31°, ma il suo diagonale rasoterra non inquadra il bersaglio. Arriva invece il vantaggio ospite con Tanaglia, evanescente fino a quel momento: suo il tap in su tiro di Mandorlini respinto da Bicchiarelli. Prima dell’intervallo c’è ancora tempo per un tentativo di Obeng (43°) da fuori area, impreciso, e per un innocuo colpo di testa di Graziani.

RIPRESA. Allo start della seconda frazione si presentano gli stessi protagonisti che avevano concluso la prima. Passano solo 2’ e la Giacomense raddoppia: Paci supera Arrigoni in velocità e da sinistra appoggia rasoterra nel cuore dell’area, Tanaglia batte sicuro, Bicchiarelli para ma non basta, la palla entra comunque grazie alla correzione di Staffolani.

Angelini inserisce allora Bazzi per Fabbri e l’inerzia della gara cambia: al 6° infatti Graziani smarca Tonelli in area con una sponda di testa, il numero 10 batte  a colpo sicuro ma Poluzzi respinge. Il Santarcangelo dimezza comunque lo svantaggio al 13°: Tonelli serve Scotto in area grigiorossa, l’attaccante Sardo controlla e fulmina Poluzzi sul primo palo. Nemmeno il tempo di esultare per i gialloblù e Paci pesca il jolly: destro a giro ‘alla Del Piero’ e Mazzola gelato. Il Santarcangelo reagisce e al 16° è Scotto, su servizio di Graziani, a farsi rimpallare la conclusione. Intanto continuano i cambi: Zavalloni per Del Pivo da una parte, Cenerini per Vagnati dall’altra. Al 26° Tonelli manca il gol di un soffio: la sua battuta da fuori area in fatti viene deviata da un difensore e termina di poco a lato della porta grigiorossa. Poi è la volta di Bazzi su calcio di punizione: la traiettoria super ala barriera ma non Poluzzi.

Al 29° è proprio Tonelli, di pura caparbietà, a trasforma un’azione di Zavalloni nel gol che riaccende le speranze dei padroni di casa. La pressione da parte del Santarcangelo continua ma a rendersi davvero pericoloso è Caciagli al 46°: il suo tiro, rimpallato, è l’ultima emozione di un pomeriggio da ricordare solo per la Giacomense.

Commenta la notizia

Nessun commento ancora.

Rispondi

Bar Sport su Facebook