stai leggendo....

Calcio. San Marino, a Poggibonsi sfatato il tabù trasferta

calcio

Tabù trasferta finalmente sfatato o se si preferisce, per dirla alla mister Petrone, semplicemente il secondo successo consecutivo in campionato. E’ questa la notizia che arriva dalla Toscana dove il San Marino è passato 2-1 allo “Stefano Lotti” di Poggibonsi, conquistando il primo risultato utile della stagione lontano dalle mura amiche dopo 6 ko consecutivi e, appunto, dando continuità al 4-1 ottenuto otto giorni prima a Serravalle contro il Lecco. Nonostante il valore dell’avversario e le pesanti assenze in attacco di capitan Poletti e del capocannoniere del campionato Lapadula, i biancazzurri hanno fatto di necessità virtù anestetizzando nella prima frazione gli avanti avversari e mandando al tappeto, con un cinico quanto terrificante uno-due a inizio ripresa i giallorossi, per poi difendere con le unghie e con i denti i tre punti fino al triplice fischio. Complici le già citate assenze, a cui va aggiunto l’acciaccato Chiaretti restato in panchina per tutto il match, Mario Petrone schiera De Santis esterno sinistro e in avanti il tandem D’Antoni-Villanova. In difesa Pelagatti torna sull’out destro mentre Del Duca è il partner di Fogacci al centro. Nonostante sia stata combattuta, la prima frazione è risultata essere assai arida di emozioni. L’unica azione degna di nota è arrivata al 40’ quando il giallorosso Pera, al termine di una bella iniziativa personale, offre una bella palla a Zane che di sinistro, da buona posizione, sciupa tutto mandando sul fondo. Nella ripresa le due formazioni entrano in campo con un piglio differente e dopo soli 2’ è il San Marino a rendersi pericoloso con una bella incornata di D’Antoni, su angolo di Villanova, con palla che sibila a fil di palo. Sul capovolgimento di fronte la conclusione di Pera viene deviata in angolo mentre sempre i padroni di casa, al 7’, si rendono pericolosi con un bel tentativo in acrobazia di Malcuori che non inquadra lo specchio della porta. Al 14’ il San Marino passa sugli sviluppi di un corner. La palla arriva in mezzo all’area dove D’Antoni con una zampata batte Sportiello tra le proteste dei giallorossi per un presunto fuorigioco di De Santis. Dopo nemmeno due giri di lancette arriva anche il bis. Villanova, su calcio piazzato dalla trequarti, mette in mezzo dove più lesto di tutti è Pelagatti che di testa raddoppia. Per il difensore biancazzurro è il secondo centro stagionale dopo quello messo a segno una settimana fa con il Lecco. I ragazzi di mister Fraschetti accusano il colpo ma non alzano bandiera bianca. Al 20’ il neo-entrato Romanelli ci prova dalla distanza ma Vivan blocca a terra. Al minuto 27 tocca a Boldrini da fuori area, la sfera termina a lato. Al 39’ contatto dubbio in area tra Del Duca e Falomi, l’attaccante giallorosso termina a terra ma l’arbitro lascia correre. Al 42’ Fogacci ferma con il braccio il cross di Zane, questa volta l’arbitro non ha dubbi e concede il penalty. Dagli undici metri Pera non sbaglia e accorcia le distanze. Il finale è infuocato e al 45’ Falomi vince un rimpallo con lo stesso Fogacci, si invola verso la porta ma tempestiva è l’uscita di Vivan che chiude la saracinesca e salva il risultato. Dopo quattro minuti di recupero finisce 2-1 per il San Marino, per i ragazzi di mister Petrone un successo meritato che lascia ben sperare per il prosieguo della stagione.

Commenta la notizia

One Response a “Calcio. San Marino, a Poggibonsi sfatato il tabù trasferta”

  1. Siamo due ctatidini stranieri vorremmo celebrare il nostro matrimonio inSan Marino, vorremmo sapere la documentazione necessaria.

    Pubblicato da Fevzi | 9 febbraio 2012, 15:28

Rispondi

Bar Sport su Facebook