stai leggendo....

Calcio seconda divisione.SANTARCANGELO-SAVONA 1-0 (0-0)

calcio

SANTARCANGELO (4-2-3-1): Nardi; Baldinini, Obeng, Gregorio, Locatelli; Schiavini, Zavalloni (33° Bacchiocchi); Tonelli (10° st Ferri), Bazzi (34° st Bezzi), Scotto; Graziani. A A disp.: Bicchiarelli, Del Pivo, Fabbri, Gavoci. All.: Angelini

SAVONA (4-2-3-1): Aresti; Giorgione, Antonelli, Bottiglieri, Marconi; Mazzotti, Cazzamalli; Bottiglieri (34° st Praino), Cattaneo (23° st Garin), Pellini (10° st Buglio); Mezgour. A disp.: Maragna, Materazzo, Gelfusa, Vinatzer. All.: Corda

 

ARBITRO: Abisso

 

MARCATORI: 38° st Baldinini

 

NOTE: ammoniti Antonelli (Sav), Cazzamalli (Sav), Aresti (Sav), Graziani (San), Locatelli (San); espulsi Giorgione (Sav) al 31° st per doppia ammonizione e il tecnico Corda (47° st); recuperi 1′ pt e 4 ‘ st, calci d’angolo -, spettatori 400 circa

 

 

 

Il Santarcangelo inizia a recuperare effettivi – questa volta Nardi e Locatelli – continua la sua nuova striscia positiva, giunta a quota tre, e guarda la classifica con sempre crescente entusiasmo.

 

SCHIERAMENTI. Nel Santarcangelo, privo anche dello squalificato Arrigoni, rientrano dal 1′ Nardi in porta e Locatelli in difesa a sinistra. Angelini sceglie il 4-2-3-1 con Schiavini e Zavalloni davanti alla linea difensiva. Il Savona risponde con lo stesso modulo: nell’undici di Corda l’attaccante di riferimento è Mezgour.

 

CRONACA. I gialloblù partono bene e al 7° trovano la via della rete con Scotto su assist di Graziani. L’arbitro però annulla su segnalazione di fuorigioco da parte del guardalinee. Al 21° Tonelli in piena area pasticcia su ottimo servizio di Scotto e non trova nemmeno al conclusione. Alla mezz’ora Scotto si libera bene in area e conclude da sinistra: Aresti si rifugia in angolo. Al 33° Zavalloni, infortunato, lascia il campo a Bacchiocchi. Passano 6′ e in pochi secondi prima Bazzi e poi Gregorio favoriscono la progressione di Mezgour. La conclusione dell’attaccante però non inquadra il bersaglio. Al 42° arriva un colpo di testa di Scotto su cross di Bazzi: palla a fondo campo. Dall’altra parte il Savona si fa vedere con Cazzamalli ma il suo sinistro dalla lunetta non mette paura a Nardi e all’intervallo il risultato è fermo sullo 0-0.

 

RIPRESA. Ad inizio ripresa arriva il giallo per Graziani per un fallo a metà campo. Al 4° Nardi è protagonista di una doppia uscita (presa impefetta sulla prima) e nega la conclusione agli attaccanti del Savona. Al 6°, su una leggerezza di Obeng, è Pellini a provarci da ottima posizione ma con pessima mira. La giostra dei cambi accelera al 10°: dentro Ferri per Tonelli da una parte e Buglio per Pellini dall’altra. Il Savona si rende pericoloso al 15° con Cattaneo: la sua conclusione, sporcata da Locatelli, costringe Nardi all’intervento a terra sul primo palo. Al 16° è ancora il Savona aprovarci, con Mezgour: il tiro da fuori are aviene deviato in angolo dalla difesa gialloblù. Al 23° Cattaneo lascia il campo a Garin nelle fila degli ospiti. Il nuovo entrato manca il tap in del vantaggio a pochi passi dalla porta sguarnita (26°). Al 31° Giorgione rimedia il secondo giallo con un brutto intervento su Bacchiocchi: Abisso lo manda negli spogliatoi. Corda allora inserisce Praino per Bottiglieri. Angelini invece fa entrare Bezzi per Bazzi (34° st). Al 38° il Santarcangelo sblocca il risultato: Scotto firma un magia in area conclusa con un cross da sinistra sul quale irrompe il capitano. Per lui secondo gol in campionato e gioia incontenibile sotto la tribuna del Mazzola in piena bolgia. Al 41° Ferri si mette in proprio: progressione di 40 metri sulla sinistra, ingresso in area e tiro cross che vanifica l’ottimo lavoro appena svolto e scontenta Scotto liberissimo davanti alla porta. Per salvare il risultato serve poi il miglior Nardi, capace al 46° di spedire in calcio d’angolo un colpo di testa di Belotti. Prima del triplice fischio c’è ancora tempo per il rosso mostrato da Abisso al tecnico ospite Corda, autore di proteste un po’ troppo calde.

Commenta la notizia

Nessun commento ancora.

Rispondi

Bar Sport su Facebook