stai leggendo....

Il San Marino non fa sconti. Capolista Casale k.o. 3-1

calcio

SAN MARINO-CASALE 3-1
SAN MARINO (4-4-2)
: Vivan; Pelagatti, Fogacci, Del Duca, Crivello; Sorbera, Amantini, Del Sole (43’ st Magnanelli), Poletti; Villanova (31’ st Pieri), D’Antoni (31’ st Lapadula). A disp. Migani, Ferrero, Loiodice, Casolla. All. Petrone
CASALE (4-3-3): Adornato; Sivestri, Gonnella, Vignati (35’ st Ciccomascolo), Naglieri; Gambadori, Capellupo (1’ st Curcio), Iannini; Siega, Taddei, Peluso (16’ st Crocetti). A disp. Pomat, Napoli, Agnesina, Lillo. All. Buglio
ARBITRO: De Faveri di San Donà di Piave
MARCATORI: 34’ pt e 13’ st D’Antoni, 33’ st Lapadula, 46’ st Curcio
NOTE: giornata serena. Terreno in buone condizioni. Ammoniti: D’Antoni (SM); Gonnella, Vignati (C). Angoli 9-3 per il San Marino. Espulso al 24’ del secondo tempo Taddei per doppia ammonizione. Spettatori 400 circa. Incasso non comunicato.
RECUPERO: pt 1’; st 5’.
Petrone deve rinunciare all’infortunato Chiaretti (ne avrà per almeno tre, quattro mesi), però recupera il bomber del campionato Lapadula che parte dalla panchina. Davanti il tecnico campano si affida, quindi, alla coppia Villanova-D’Antoni già sperimentata, e con ottimi risultati, nell’ultima gara del 2011 con il Borgo a Buggiano. In mezzo al campo Amantini e Del Sole fanno da diga supportati nel corridoio da Sorbera a destra e Poletti a sinistra. In difesa Petrone opta per la coppia centrale Fogacci-Del Duca, a destra schiera Pelagatti e a sinistra Crivello. La capolista dell’ex Buglio risponde con un 4-3-3 con davanti il tridente Siega-Taddei-Peluso. Parte subito bene il San Marino che al 2’ si fa vedere sulla destra con Sorbera, cross in mezzo con Adornato che neutralizza in uscita. Il Casale si fa vedere al 6’ con una punizione dai 30 metri di Peluso deviata da Vignati con Vivan spiazzato e la sfera uscita di poco sopra la traversa. Torna all’attacco la squadra biancazzurra: cross di Poletti in mezzo, arriva Amantini che tutto solo trova la pronta respinta di Adornato con i piedi, quindi sulla respinta diagonale di Sorbera che esce di poco (9’). Si ripresenta dalle parti di Vivan il Casale di Buglio con un diagonale di Siega fuori di un soffio alla sinistra di Vivan (13’). Il San Marino spinge soprattutto sulle fasce mettendo in difficoltà in più occasioni la capolista. Ci prova al 16’: punizione dalla destra di Poletti in mezzo per Pelagatti il quale spreca tutto calciando fuori. Poi finalmente al 34’ il San Marino passa. Ancora Poletti, vera spina sul fianco del Casale, cross dalla sinistra per D’Antoni che al volo di destro spiazza Adornato. Gli ospiti soffrono e così Buglio decide dare più copertura spostando Peluso a destra e Siega a sinistra. In chiusura di tempo ancora biancazzurri in avanti con Villanova che serve nel corridoio D’Antoni il quale attende l’uscita di Adornato che, però, ci mette il piedone. Si va alla ripresa. Dentro per il Casale l’attaccante Curcio al posto del centrocampista Capellupo. E’ questa la prima mossa di Buglio. Un cambio che, però, non crea grandi effetti. Il San Marino, infatti, è inarrestabile e al 13’ raddoppia sempre con D’Antoni con un pallonetto che non lascia scampo. La capolista prova a rialzare la testa al 15’: cross di Peluso per Iannini il cui colpo di testa trova un grande Vivan che si salva in corner. Poi al 24’ il Casale rimane in dieci per l’espulsione per doppia ammonizione di Taddei per un fallo a metà campo su Pelagatti. Quattro minuti più tardi ci prova Villanova dalla distanza, gran botta, para Adornato. Al 33’, però, il San Marino passa ancora con il neo entrato Lapadula: assist di Pieri, serpentina del bomber e diagonale di sinistro per il 3 a 0. Per Lapadula è la rete numero quattordici. Poi in pieno recupero il Casale accorcia con Curcio. La vittoria va, però, ai titani. Tre punti davvero d’oro.

Commenta la notizia

Nessun commento ancora.

Rispondi

Bar Sport su Facebook