stai leggendo....

Il Bellaria che non ti aspetti,vince a Casale 3 -1 e si rilancia.

calcio

Complimenti al Bellaria di mister Campedelli che abbatte il “colosso” Casaleal proprio domicilio con un perentorio 3 a 1,ridimensionandolo. La squadra biancoazzurra contro i piemontesi ha ottenuto sei punti nelle due partite giocate. Quelli di oggi sono tre di un’importanza devastante per la classifica si, ma anche e sopratutto per far incamerare nella testa dei ragazzi quell’autostima di cui tanto avevano bisogno.
Casale (4-2-3-1): Adornato; Silvestri, Gonnella, Vignati, Naglieri (12’st Crocetti); Gambadori (6’st Garrone), Iannini; Lillo (16’st Agnesina), Taddei, Peluso; Curcio. A disp.: Pomat, Ciccomascolo, Marchi, Napoli. All.: Buglio.
Bellaria Igea Marina (4-3-3): Venturi; Severi, Bamonte, Martinelli, Buda; Mariani, Forte, Briglia (30’st Morena); Fioretti (44’st Scarponi), De Cenco, Turchetta (38’st Fantini). A disp.: Renna, Fabbri, De Luca, Alberani. All.: Campedelli.
Arbitro: Zivelli di Torre Annunziata.
Assistenti: Cappello di Busto Arsizio e Bagnari di Ravenna.
Reti: 19’pt De Cenco (B), 20’pt Curcio (C), 39′ Fioretti (B), 12’st Bamonte (B).
Note: Giornata soleggiata, terreno in buone condizioni. Spett.: 500ca. Ammoniti: 20’st Briglia (B), 37’st Martinelli (B). Angoli 6-5. Rec. 0’+5′.

Commenta la notizia

One Response a “Il Bellaria che non ti aspetti,vince a Casale 3 -1 e si rilancia.”

  1. I agre Dave… dull. dull. dull. dull dull! I am amzed that poeple actually had the staying power to read the damned thing! As for checking out the play?? Hmm when you do can you leave a report on the Red Mantis?In three languages Bryan? One language is bad enough! Serioulsy I couldn’t read it in anything other than english (no german and my french and russian not good enough).As for the socialist realist novels, I wil pass, although the story of Melor and tatiana the stakhanovite (and the tractor) at the Red Banner Kolkhoz doe intrigue!!!!Hmm Steve I really wonder what sort of game it would be!!!

    Pubblicato da Emma | 11 febbraio 2012, 04:30

Rispondi

Bar Sport su Facebook