stai leggendo....

Nuova Partnership tra A.C. Rimini 1912 e Gsport

calcio

Ieri, alle ore 17.00 presso l’Hotel Le Meridien di Rimini è stata ufficializzata la nuova partnership tra l’A.C. Rimini 1912 e Gsport.

Le due aziende hanno stretto un accordo di collaborazione in forza del quale Gsport diventerà concessionaria pubblicitaria esclusiva del Rimini Calcio, integrandosi alla società biancorossa e curando al suo interno tutte le attività commerciali, di marketing e di comunicazione.

Nata nel 2003 dal Gruppo Italtelo S.p.A., Gsport è attualmente concessionaria ufficiale marketing e pubblicità di numerose altre società di Serie A, Serie B e Lega Pro. E’ il punto di riferimento in Italia per tutte le aziende internazionali, nazionali e locali che vogliono valorizzare il proprio brand attraverso il calcio italiano.

Il Rimini Calcio va così ad ampliare il numero di società gestite da Gsport. “Si tratta di una squadra importante” – commenta Alessandro Giacomini, Amministratore Delegato Gsport – “con una grande storia alle spalle ed una città di assoluto rilievo. Il nostro obiettivo sarà quello d valorizzare l’offerta calcio nel complesso delle grandi potenzialità che la città attualmente offre”.

Commenta la notizia

7 Di risposte a “Nuova Partnership tra A.C. Rimini 1912 e Gsport”

  1. ASINI !!! L’AC Rimini è natra nel 2010 e non c’entra niente con la Rimini Calcio.

    Pubblicato da Pippo | 2 marzo 2012, 21:09
  2. Deluso dal progetto real siti ?
    prendi una camomilla !!!!

    Pubblicato da bomber | 3 marzo 2012, 09:19
  3. MA CHI PAGA ? Vogliono chiedere 2500 euro ai bar e ai ristoranti per un poi di lattine…POVERI ILLUSI !

    Pubblicato da Taddeo | 3 marzo 2012, 16:32
  4. ???????????????

    Pubblicato da bomber | 3 marzo 2012, 17:32
  5. Grandi potenzialità con 1000 spettatori? A Rimini fate ridere

    Pubblicato da enrico | 3 marzo 2012, 20:09
  6. Fatevi curare, rischiate problemi al fegato

    Pubblicato da bomber | 3 marzo 2012, 20:40
  7. Ho l’impressione che tutte queste iniziative servono solo a raccogliere quattrini. Probabilmente sono tutte iniziative teoricamente valide ma dovrebbero venire dopo una squadra forte e vincente, non mi pare sia il nostro caso. La gente non cacciava un euro quando il Rimini, quello vero, era in B, come possono farlo oggi ? Finirà tutto in niente comne il valzer di Mirini…

    Pubblicato da Pepito | 4 marzo 2012, 18:10

Rispondi

Bar Sport su Facebook