stai leggendo....

Pro Patria-Bellaria 0 – 0. Punto d’oro per i biancoazzurri a Busto Arsizio.

calcio

Pro Patria – Bellaria 0-0 (0-0)
Pro Patria (4-3-1-2): Andreoletti; Bonfanti, Nossa, Polverini, Pantano; Artaria (dal 16’ st Viviani), Vignali (dal 45’ st Ghidoli), Mora; Cortesi (dal 16’ st Giannone); Serafini, Cozzolino. All. Cusatis.
Bellaria (4-3-1-2): Venturi; Severi, Bamonte, Martinelli, Buda (dall’11’ st Sonzogni); Forte, Briglia (dal 47’ st Morena), Mariani; Rolandone (dal 32’ st Scarponi); De Cenco, Fioretti. All. Campedelli.
Arbitro: Pelagatti di Arezzo (Piazza e Agostini).
Note: giornata serena, terreno in buone condizioni.
Ammoniti: Cozzolino per la Pro Patria; De Cenco, Severi, Fioretti per il Bellaria. Calci d’angolo: 5-4 per il Bellaria

La Pro ospita allo “Speroni” il Bellaria per continuare il sogno, ormai non più troppo lontano, chiamato playoff. Mister Giovanni Cusatis perde per squalifica Gambaretti e Bruccini e li sostituisce con Bonfanti e Artaria. La vera sorpresa arriva in trequarti, con Cortesi preferito a Giannone alle spalle di Serafini e Cozzolino. I romagnoli arrivano a Busto Arsizio in forma, dopo aver battuto nel recupero infrasettimanale il Mantova per 2-1.

IL PRIMO TEMPO – Dopo una fiammata iniziale, con un tiro di Artaria terminato alto, la gara fatica a salire di giri per i molti falli che spezzettano il gioco. La prima vera palla gol arriva solo al 17’ con un incursione di Serafini sulla sinistra; sul tiro cross del capitano però Cozzolino viene anticipato da Buda ad un soffio dal gol. Al 21’ è ancora Cozzolino a far paura alla difesa ospite, quando lascia partire un destro potente da posizione defilata che colpisce la traversa dopo una deviazione determinante di Venturi. Al 23’ Mora perde palla, ma fortunatamente la difesa tigrotta ripiega in tempo su Bamonte e ne ribatte la conclusione. Al 28’ Cozzolino stoppa palla al limite e si gira in un istante: Venturi deve compiere una vera prodezza per deviare in angolo. Al 36’ su cross dalla sinistra, la difesa biancoblu si dimentica di Bamonte che di testa manda a lato di pochi centimetri graziando la Pro. Il tempo si chiude con un po’ di nervosismo da parte dei giocatori, anche a causa di alcune decisioni dell’arbitro.
LA RIPRESA – Parte forte il Bellaria nel secondo tempo e al 2’ Mariani in acrobazia colpisce la traversa. Dopo il buon inizio però la gara non regala particolari emozioni, tra errori in impostazione e diversi falli. Le occasioni da rete non arrivano, ma con il passare dei minuti la Pro prende in mano il gioco, anche se non riesce a far breccia nella difesa ospite. Da segnalare due situazioni dubbie: prima Vignali devia di mano in area un cross dalla trequarti, poi Rolandone colpisce con una manata Mora; in entrambi i casi l’arbitro e gli assistenti non vedono e lasciano correre.Fonte VARESENEWS

Commenta la notizia

Nessun commento ancora.

Rispondi

Bar Sport su Facebook