stai leggendo....

Calcio, Seconda divisione. Sarà un mercoledì ad alta tensione.

calcio

Se non si tratta del crocevia della stagione poco ci manca. E’ quanto si può affermare riguardo all’ultimo turno infrasettimanale della stagione che si disputerà domani, valido per la 14a giornata di ritorno del campionato di Seconda divisione. La capolista SanMarino sarà di scena a Chiavari sull’ostico campo dell’Entella, formazione reduce dal roboante 5-0 rifilato alla malcapitata Sambonifacese. I liguri sono in piena lotta play-off ma i ragazzi di mister Petrone devono strappare un risultato positivo per difendere il primato. Il Rimini, dopo l’amaro quanto rocambolesco ko interno conla Pro Patria, sarà di scena a Lecco. I lombardi, terzultimi della graduatoria e dunque con un disperato bisogno di punti per mantenere vive le speranze salvezza, nell’ultimo mese hanno fatto lo scalpo a Santarcangelo e San Marino. Ai biancorossi servirà dunque massima concentrazione e determinazione dal primo all’ultimo minuto, ma i ragazzi di D’Angelo hanno tutte le potenzialità per fare risultato. Il Santarcangelo ospiterà al Mazzola il redivivo Treviso. La formazione della marca, superato il momento difficile, è tornata a fare la voce grossa ed ora è terza a sole due lunghezze dalla vetta. I ragazzi di mister Angelini, dopo il blitz di Borgo a Buggiano che ha consentito loro di tornare in piena zona play-off, hanno tutta l’intenzione di continuare a sognare. Sfida delicata per il Bellaria, di scena sul campo del Poggibonsi. I toscani stanno attraversando un periodo altalenante che ha fermato la loro rincorsa verso le posizioni che contano e, dunque, sono in cerca di riscatto. I ragazzi di mister Campedelli non possono però permettersi passi falsi per non venire invischiati nelle zone pericolose della graduatoria. Il calendario di questa importante giornata propone, tra le altre, la sfida play-off tutta piemontese tra Cuneo e Casale. Un mercoledì che dunque promette spettacolo. Fischio d’inizio ore 15.

Commenta la notizia

Nessun commento ancora.

Rispondi

Bar Sport su Facebook