stai leggendo....

Cessione Rimini. I soci di minoranza delusi da Amati. Depili: ” Trattative per pochi intimi, noi piccoli azionisti tenuti all’oscuro.”

calcio

Il Rimini potrebbe passare di mano entro poco tempo alla BSE, sempre che ognuno stia al proprio posto, senza pretese particolari come quelle esposte dal direttore generale Giovanni Sama qualche giorno fa, dove invitava  i nuovi acquirenti  a lasciare il cda attuale al proprio posto al fine di indirizzarli nella strada giusta. Capiamo che è doloroso lasciare una vetrina di questo spessore, ma penso che chi acquista qualcosa sa benissimo come usarla nel migliore dei modi. Non ci risulta che quando fu creato il “nuovo” Rimini, si sia chiamato il cda Cocif a comandare, anzi la Cocif  fu messa alla berlina per non aver iscritto la squadra al campionato. A proposito di quella vicenda le magagne piano piano stanno venendo fuori e qualcuno prima o poi spiegherà ai tifosi del Rimini come sono andate le cose veramente.  Ma tornando alla vendita del Rimini, nei soci cosiddetti di minoranza, (insieme detengono più di Amati che  ha il 19%) c’è delusione.Uno di loro, il professor Riccardo Dapili attraverso una dichiarazione al “Corriere Romagna”, esterna tutto il suo malumore e quello degli altri  “piccoli” azionisti: ” Tra di noi ci teniamo in contatto, ci facciamo tante domande. Penso che i soci di maggioranza – dice il professor Dapili- si stiano già disimpegnando delle loro quote, noi piccoli (il prof. ha investito 10.000 euro) siamo ignorati in questa vicenda. Non so se l’affare andrà in porto non ho notizie sugli sviluppi ,non ci tengono informati e questo mi da fastidio. Quando si è trattato di farci entrare il signor Amati ci ha corteggiati, adesso che a quanto sento decidono di vendere ci lasciano totalmente al buio. Con gli altri soci di minoranza ci telefoniamo spesso, secondo le indiscrezioni la trattativa si chiuderà nel giro di pochi giorni e a quel punto vorremo sapere. Mi sento un po frustrato ,sono sincero,so che gli altri soci di minoranza sono disorientati quanto me, non abbiamo voce in capitolo. Sono entrato per un progetto di carattere sociale, mi sembrava una bella iniziativa con la squadra impostata sui calciatori locali,ora le cose sono cambiate.” Questo lo sfogo di uno che il Rimini lo ha nel cuore , si è fidato delle promesse avute e che oggi  è considerato non degno di essere interpellato per la vendita della società. Alla faccia della correttezza! Già tanto tra poco  i piccoli azionisti non serviranno più. Solidali con lei professor Dapili e con tutti coloro che hanno creduto in un progetto d’amore verso il Rimini e che oggi stanno per essere scaricati come un sacco di stracci, senza alcuna spiegazione!!!

Commenta la notizia

18 Di risposte a “Cessione Rimini. I soci di minoranza delusi da Amati. Depili: ” Trattative per pochi intimi, noi piccoli azionisti tenuti all’oscuro.””

  1. E pensare che nell’altro forum gli Amati Boys hanno iniziato la santificazione del loro idolo. Che squallore.
    Riguardo alla non iscrizione da parte della Cocif la verità la sanno tutti, solo che i prezzolati (per non dire venduti) hanno fatto sempre finta di non saperla. Bisogna dare atto a Indino che finalmente qualcuno con le palle sta riuscendo a lacerare il velo delle bugie e dei falsi salvatori della patria.

    Pubblicato da Enrico | 12 Dicembre 2012, 12:58
  2. Finalmente sta uscendo la vera identita’ di Amati colui che ha operato nell’ombra per buttare fuori la Cocif dal Rimini per ottenere i suoi benefici di carattere economico. Vista la cortina vergognosa di omerta’ che si e’ creata caro Indino sei l’unica ancora di salvezza “giornalistica” per il nostro amato Rimini. Che amarezza scoprire come un riminese abbia “ucciso” il Rimini.

    Pubblicato da Paolo Casadei | 12 Dicembre 2012, 13:20
  3. Al prof Dapili consiglierei di tenere duro, quando la cessione dovrà essere ufficializzata occorreranno anche le firme dei soci. E lì farei tribolare chi sembra stia cedendo la società all’oscuro di tutti.

    Pubblicato da L'avvocato | 12 Dicembre 2012, 13:55
  4. Ciao a tutti, scrivo per la prima volta su questo forum, del quale fino ad oggi ignoravo l’esistenza. Fino ad’ora scrivevo sul forum Rimini Vai, ma non facevo altro che ricevere insulti (una volta mi hanno anche democraticamente bannato), solo perchè sostenevo che Amati oltre ad essere uno squattrinato ed arrogante ha messo su una squadra indecorosa e dopo averla vista allo stadio 4 volte volte, ho deciso di non buttar via più i miei soldi. Inoltre sostenevo pure che alla faccia della riminesità Bellavista e la Cocif ci hanno fatto vivere i migliori anni del Rimini Calcio arrivando a risultati (prossimi alla A) mai raggiunti prima…e giù insulti da persone che preferiscono in nome della riminesità la Terza Categoria!

    Pubblicato da Alby76 | 12 Dicembre 2012, 18:30
  5. Caro Enrico, questo articolo http://www.libertas.sm/cont/news/la-cocif-chiede-aiuto-salviamo-il-rimini-calcio-assieme/23229/1.html dice tutto: quasi due anni prima delle loro dismissioni la Cocif chiedeva aiuto all’imprenditoria riminese: AMATI (E AGGIUNGEREI PURE PRETELLI) DOV’ERANO?

    Pubblicato da Alby76 | 12 Dicembre 2012, 18:32
  6. Scusa Alby, Pretelli e’ stato sponsor del Rimini targato Cocif. Solo per onesta’.

    Pubblicato da barsport | 12 Dicembre 2012, 18:52
  7. Non lo sapevo….comunque vi annuncio che sono stato nuovamente bannato dall’altro forum. Ora che ho scoperto questo non mi riiscrivo più (anche perchè ho esaurito gli Username)!

    Pubblicato da Alby76 | 12 Dicembre 2012, 19:41
  8. Alby non ti preoccupare qua vige la democrazia e non ti bannerà nessuno, di là c’è gente come Rebus che non ci sta con la testa….

    Pubblicato da Tato | 12 Dicembre 2012, 21:04
  9. Benvenuto Alby. A Zorro che ti ha bannato ricordo che quel mortorio di forum viene ossigenato grazie a chi mette a pecorina. Lascia che se la cantano e suonano tra loro. E’ tutta una banda di Amati Boys che hanno interessi personali da salvaguardare. E gli altri pecoroni che gli vanno dietro.

    Pubblicato da Enrico | 12 Dicembre 2012, 21:46
  10. Dice bene Enrico. Sentite questa: quando la Cocif mise i biglietti a prezzi ridotti ci fu, nel forum dove non c’è libertà di espressione, una sollevazione popolare, in primis gli abbonati. Ora che danno addirittura i biglietti omaggio, gli abbonati battono le mani. Questo sono tifosi che meritano la D e l’otterranno.

    Pubblicato da cuore biancorosso | 12 Dicembre 2012, 21:50
  11. Avete capito come il massimo esponente di questa società ci ha preso per i fondelli ? Eppure grazie a Prof e altri squallidi personaggi questo soggetto viene ancora difeso. Roba da matti comunque finalmente la verità è venuta a galla nonostante i vari giornalai capitanati da quel nevrotico di Giuliani.

    Pubblicato da Francesco | 12 Dicembre 2012, 23:00
  12. L’AC Rimini, per festeggiare il Natale insieme ai propri tifosi, in occasione dell’ultima gara casalinga del 2012 contro il Milazzo, invita i propri sostenitori allo stadio Romeo Neri. La società del Presidente Biagio Amati, infatti, regalerà il biglietto in tutti i settori, ad eccezione della”Centralissima”.

    In ottemperanza alle leggi vigenti, tuttavia, sarà necessario presentarsi all’ingresso provvisti di regolare tagliando, ritirabile presso il botteghino dello stadio a partire dalle ore 10:00 di domenica 16 dicembre.

    E BRAVO IL PRESIDENTE ! SOLO CHE SE VUOLE UN PO’ DI GENTE ALLO STADIO OLTRE A FARLI ENTRARE GRATIS DEVE DARGLI ANCHE QUALCOSA DI SOLDI…..

    Pubblicato da doriandjeo | 12 Dicembre 2012, 23:06
  13. Forza Rimini

    Pubblicato da Tanaliberatutti | 13 Dicembre 2012, 00:06
  14. Oste cito anche te così non sarai geloso. Facciamo ridere? E ti pare niente. Qui ci divertiamo, voi siete solo pieni di livori e complessi subito pronti a cacciare chi non suona con voi col capobanda quel pezzente di Rebus.

    Pubblicato da cuore biancorosso | 13 Dicembre 2012, 15:18
  15. Forza Real Rimini… oops!

    Pubblicato da tanaliberatutti | 13 Dicembre 2012, 15:44
  16. Io Domenica vado allo Stadio e ho anche l’abbonamento…perche’ io sono un tifoso del RIMINI!!!!

    Pubblicato da max | 13 Dicembre 2012, 16:30
  17. Alby sei del 1976 o hai 76 anni?
    Comunque ragioni come un bamboccio… siccome di là ti hanno dato una pedata nel culo vieni qui a fare la vittima.
    Tipico!

    Pubblicato da Magnus | 13 Dicembre 2012, 22:32
  18. Sembra che la Bse entri come sponsor e non come proprietaria, a questo punto i soci non dovrebbero preoccuparsi più di tanto.

    Pubblicato da Piratello | 15 Dicembre 2012, 22:01

Rispondi

Sondaggi

Il Rimini inizia un nuovo percorso societario: cosa ne pensate?

Vedi Risultati

Loading ... Loading ...