stai leggendo....

Cessione Rimini Calcio. Amati ieri a Roma da Antonio Esposito.

calcio

Giornata intensa quella di ieri per il numero uno di Piazzale del Popolo , Biagio Amati che si è recato a Roma per capire a che punto si trova l’interesse dell’imprenditore, Antonio Esposito per l’acquisto delle quote della Rimini Calcio. Anche oggi è giornata di consultazioni con gli altri pretendenti alla società biancorossa , anche perchè il cerchio deve essere chiuso entro breve. Ci sono davvero molte preoccupazioni in casa Rimini in quanto portare a termine l’operazione vendita non è facile perche’ostacolata da tanti fattori oggettivi a prescindere di chi possa essere il gruppo prescelto. Ma chi sarebbe più vicino all’acquisto del Rimini? difficile dirlo. I perugini è probabile ,i casertani sembrano un po più defilati, Antonio Esposito potrebbe essere , con la romana BSE in attesa degli eventi. A proposito della BSE , come già annunciato in “Bar Sport” lunedì sera,gli uomini più rappresentativi saranno a Rimini da Giovedi’ sera a tutto il Venerdì per definire il piano industriale progettato in Romagna,dove sembra esistono ottime speranze di realizzazione, con conseguenti risvolti importanti per quanto riguarda la Rimini Calcio. Sempre che il cerchio non sia stato già chiuso prima con altri acquirenti. Intanto il prossimo cda del Rimini è previsto per venerdi’.

Commenta la notizia

11 Di risposte a “Cessione Rimini Calcio. Amati ieri a Roma da Antonio Esposito.”

  1. Il piano industriale della Bse non partirà mai….Non è nemmeno immaginabile che colossi come Conad e Coop lascino spazio a questi personaggi. Mettiamoci il cuore in pace, siamo destinati a fallire e questa volta il calcio sparirà da Rimini per sempre……e Amati è il maggior responsabile di tutta questa situazione. Se ciò dovesse accadere deve ridare alla comunità tuttò ciò che si dice abbia ricevuto al momento dell’acquisizione della creazione della nuova Rimini Calcio. VERGOGNA !!!!!!

    Pubblicato da Attila | 13 Marzo 2013, 17:18
  2. Sono d’accordo con Attila. A questo punto è inutile prendere in giro i tifosi con la solita voce che domani è il giorno decisivo. Io ormai mi sono messo l’animo in pace.

    Pubblicato da ESTICAZZI | 13 Marzo 2013, 18:44
  3. intanto sui giornali continuiamo a leggere stronzate!

    Pubblicato da SUBER | 13 Marzo 2013, 18:55
  4. sempre colpa della stampa !!!!

    Pubblicato da bomber | 13 Marzo 2013, 19:22
  5. Bravo Amati ora veniamo a sapere che il tuo progetto era triennale e quindi sei arrivato al capolinea. Ci hai sempre trattato come dei poveri co.gli.oni che si bevono tutto e pennsi di darci a credere l’ennesima bufala. VATTENE che fai piu’ bella figura. INCAPACE !!!

    Pubblicato da Bradipo | 14 Marzo 2013, 14:27
  6. Andarsene a questo punto dando la squadra al sindaco sarebbe opportuno, arrivare al 30 giugno è da suicidio.

    Pubblicato da SUBER | 14 Marzo 2013, 18:33
  7. Indino, tutti i miei commenti sono “in attesa di moderazione”. Come mai? Da quello che scrivo non mi sembra che offendo qualcuno.

    Pubblicato da SUBER | 14 Marzo 2013, 18:35
  8. Il solito buontempone Prof ha scritto l’ennesima boiata sulla mancata acqusizione della Cocif dando la colpa ai lauti ingaggi che prendevano i giocatori del Rimini. La verità non è questa e si continua a far finta di non saperla. Si informi Prof da chi era presente il giorno che saltò tutto e non dica che il peggior sordo è chi non vuol sentire. Noi purtroppo per lei ci sentiamo benissimo soprattutto ragioniamo con la nostra testa. Stia bene e si goda questi momenti indimenticabili.

    Pubblicato da L'avvocato | 14 Marzo 2013, 20:04
  9. Comunque forse nessuno lo sa oppure si fa finta di non sapere che la società non ha pagato ancora 1 euro ai suoi dipendenti (allenatori del settore giovanile e scuola calcio, impiegati, autisti e addetti vari, cioè coloro che stanno tenendo in piedi la baracca)dall’inizio della stagione, il tutto dopo aver già intascato le quote di partecipazione dei ragazzi e i vari contributi chiesti alle famiglie dei giovani.
    Quindi è arrivato il momento che la realtà venga a galla e scritta su tutti i giornali locali, in modo che il presidente si assuma finalmente gli oneri di tale situazione e la finisca di aspettare che qualcun’ altro paghi i sui debiti!!!!!!!!!!!
    Trooppo facile fare il presidente così!!!!

    Pubblicato da tune | 15 Marzo 2013, 00:49
  10. Ma il signor Amati non e’ un uomo cattolico fervente e praticante CL ? Si vergogni sta sfruttando il lavoro della gente senza riconoscergli il giusto emolumento ! Questo non e’ un uomo ma uno sfruttatore VERGOGNOSO !

    Pubblicato da Oracio | 15 Marzo 2013, 12:31
  11. Caro Avvocato la gente come Prof ha vendutto l’anima al diavolo pur di avere quell’attimo di notorieta’ che in una gestione professionale come quella della Cocif non avrebbe mai ottenuto ! Quindi perche’ meravigliarsi ? Sarebbe meglio pensasse a fare bene il suo lavoro di statale poagato da noi cittadini ed in ogni caso e’ salito sul Titanic e con ik comandante Amati affondera’ in un mare di m…a !

    Pubblicato da attila | 15 Marzo 2013, 12:36

Rispondi

Sondaggi

Il Rimini inizia un nuovo percorso societario: cosa ne pensate?

Vedi Risultati

Loading ... Loading ...