stai leggendo....

Rimini calcio. Dimissioni a catena, la società tace e qualcuno scopre oggi la “drammatica” situazione.

calcio

Fanno un rumore quasi assordante le dimissioni di Paolo Bravo e di Giovanni Sama, rispettivamente direttore sportivo e direttore generale della Rimini calcio. Per tutti, tranne che per quel che rimane della società che non ha emesso l’ombra di un comunicato per spiegare la situazione o per annunciare l’arrivo di Mauro Traini in maniera ufficiale. Noi non ci stupiamo, visto che queste lacune le abbiamo sempre denunciate senza freni. Si stupisce solo chi non ha voluto aprire gli occhi sino ad oggi, aspettando passivamente la disfatta di questa società. Ora sono finite le cene carbonare che si facevano tra giornalisti consenzienti e dirigenti ammaliatori,atti a portare avanti strategie senza alcun costrutto. Tutto finito! Adesso si rinnega quanto sino ad oggi palesemente sostenuto e si costruiscono argomentazioni atte a garantire il nuovo corso. Come dire; “morto un papa se ne fa un’altro”! Così scopriamo che non si sale solo sul carro dei vincitori ma anche su quello funebre. Il dispiacere per tutto questo è per i tifosi che oltre alla situazione di classifica devono digerire anche questa ennesima spiacevole presa per i fondelli.

 

Commenta la notizia

20 Di risposte a “Rimini calcio. Dimissioni a catena, la società tace e qualcuno scopre oggi la “drammatica” situazione.”

  1. A catena? Ma si son dimessi altri oltre a Bravo e Sama?

    Pubblicato da boh! | 3 Maggio 2013, 13:48
  2. Che qualcuno si venda per un piatto di spaghetti è risaputo.

    Pubblicato da Enrico | 3 Maggio 2013, 14:01
  3. @BOH Forse Beppe ha voluto dire che si spera seguano altre dimissioni per il bene del Rimini. Ricordiamoci che anche D’Angelo si era dimesso. Se confermate quella sì che era una catena d’oro.

    Pubblicato da Ciro | 3 Maggio 2013, 14:04
  4. Ma traini è o non è entrato?

    Pubblicato da sandokan | 3 Maggio 2013, 14:07
  5. Alemeno Bravo ci ha messo la faccia, Sama nemmeno quella e poi quella perla di lasciare un comunicato solo agli amici giornalisti?
    DALLA “CENA DELLE BEFFE”:
    CHI NON BEVE CON ME
    PESTA LO COLGA.

    Pubblicato da Robertino | 3 Maggio 2013, 14:10
  6. A CIRO DI PERS: non so se leggerai queste mie parole. Ti ho letto e mi sono venuti i brividi. Condivido in tutto e per tutto la tua analisi. Questi sono veri tifosi e non quelli che continuano a giustificare lo spettacolo cui stiamo assistendo in questi giorni. Una calorosa stretta mano.

    Pubblicato da Robertino | 3 Maggio 2013, 14:29
  7. E ora che fine fara’ il clericale ?

    Pubblicato da gigi | 3 Maggio 2013, 14:48
  8. Hai capito la stampa riminese ? Occorre fare le dovute differenze perchè non tutti sono giornalisti mentre i tanti giornalai che partecipavano a queste cene devono ritenersi corresponsabili insieme alla società di tutto quanto è accaduto in questa stagione. Ora c’è già qualche giornalaio che, salito sul carro di Amati quando faceva comodo, ora è già saltato giù e sputa veleno nei confronti di tutto e tutti. Complimenti per la coerenza e la personalità, la deontologia professionale ! D’altronde quando ti prendono a scrivere perchè accetti in cambio un piatto di lenticchie o una pizza al taglio non si può pretendere la luna…..Devo ammettere che se quest’anno non ci fosse stato il vecchio Beppe Indino probabilmente nessuno ci avrebbe raccontato i fatti come stavano, il tanto vituperato Indino che esce a testa altissima da questa grottesca situazione nella quale in maniera vergognosa non è stato mai mandato un giocatore in trasmissione. E non sono un suo estimatore……Certo che la categoria riminese dei giornalisti (!?!?) ha fatto una pessima figura, zerbini per un pizza e una birra ! RIDICOLI

    Pubblicato da Ezio Sarri | 3 Maggio 2013, 18:01
  9. Ma che titolo di studio hanno questi giornalisti ? Visto che sono persone pubbliche ci dicono che laurea hanno preso e presso quale università ?
    Perchè emerge un livello così scarso da chiedersi da dove arrivano.
    Purtroppo in barsport ho sentito dare dell’ultra ottantenne al dott. civolani, ma perchè dare informazioni sbagliate, lui ancora li deve compiere…. Detto questo nessuno aveva ragione compresi i giornalisti che insieme alla società hanno fallito in tutto; e noi tifosi siamo i veri sconfitti perchè purtroppo teniamo ai colori biancorossi e soffriamo per questa dannata passione. Buona estate a tutti, e che questo anno sia di lezione per il futuro.

    Pubblicato da Scialla | 3 Maggio 2013, 19:16
  10. Ma ve l’immaginate le cena alla carbonara tra dirigenti e giornalisti? Una sola curiosità: si pagava alla romana?

    Pubblicato da Enrico | 3 Maggio 2013, 19:39
  11. @ENRICO Secondo mè no non pagava nessuno, tanto ormai debito più debito meno. Questi sono come quelli di Montefiore che la vergogna gli fa onore

    Pubblicato da cocif | 3 Maggio 2013, 20:11
  12. TE RASON COCIF! ..non si vergognano di niente…

    Pubblicato da boh! | 3 Maggio 2013, 20:15
  13. Al centro commerciale i Malatesta ci sono i cartelloni del centenario, all’inizio erano nei corridoi principali, poi davanti alle scale mobili, poi sotto le scale mobili,fra poco nei parcheggi. Mi sa tanto che quelli del centro si incominciano a vergognare un po’ anche loro, non è una bella pubblicità

    Pubblicato da cocif | 3 Maggio 2013, 20:27
  14. A proposito avete notizie di quante copie ha venduto il libro del centenario e a quale ente benefico sono andati i proventi?
    Anche qui è scesa nebbia fitta.

    Pubblicato da Maurizio da Santarcangelo | 3 Maggio 2013, 21:33
  15. DIMISSIONI DIMISSIONI. Si è dimesso anche l’accompagnatore Paoloni. Di questo passo ne rimarrà solo uno…

    Pubblicato da SUBER | 3 Maggio 2013, 21:44
  16. A questo punto ONORE a Valter Sapucci che mesi fa con le sue dimissioni aveva fatto squillare l’allarme e
    PERNACCHIE a chi ha fatto finta di niente. Il brutto è che continuano a dire a noi che non siamo tifosi.

    Pubblicato da GUGLIELMO | 3 Maggio 2013, 21:50
  17. Vedrete che prima o poi dalle parti di piazzale del popolo arriveranno le FIAMME GIALLE !!!

    Pubblicato da Gigi | 3 Maggio 2013, 22:29
  18. Gli unici che non possono dimettersi siamo noi tifosi….che certo non ci meriteremmo un centenario di questo tipo!!!! Sarebbe comunque significativo disertare all’unisono un tempo dell’ultima partita in casa.

    Pubblicato da Tredi | 3 Maggio 2013, 22:41
  19. Potevano dimettersi prima…facile adesso.

    Pubblicato da Karai | 4 Maggio 2013, 01:14
  20. Ma perche’ non vi firmate nome e cognome quando scrivete? Fenomeni!

    Pubblicato da flavia | 5 Maggio 2013, 17:31

Rispondi

Sondaggi

Il Rimini inizia un nuovo percorso societario: cosa ne pensate?

Vedi Risultati

Loading ... Loading ...