stai leggendo....

Proprietà’ e dirigenti da “Papaveri e Papere” che continuano ad ignorare l’essenziale.

calcio

Proprietà' e dirigenti  da  "Papaveri e Papere" che continuano ad ignorare l'essenziale.

 Le perle di saggezza (eufemismo) di certi personaggi che nella vita quotidiana gestiscono piccoli imperi che appartengono insomma alla “crema dell’imprenditoria locale” a volte sono anche capaci. Eppure, appena si occupano di pallone, questi stessi personaggi improvvisamente si trasformano. Smarriscono lucidità. Verrebbe voglia di aggiungere: si improvvisano fenomeni di protagonismo.Come dire: presidenti (o proprietari)strambi e un po’ sopra le righe del calcio di oggi, vulcanici e mai domi, poco ispirati  e molto avvezzi  alla pura fantasia. Fantasia per fantasia, li giudico da “Papaveri e Papere”  per  giocare sul doppio senso: i “Papaveri” sono da considerarsi i “top” delle società di calcio, i loro padri-padroni, abituati a gestire quasi come un gioco le loro aziende pallonare dalle famigerate stanze dei bottoni. Le “Papere”, invece, sono le gaffes e le parole storpiate o cariche di non senso che questi magnati pronunciano , più o meno , involontariamente. Anzi, spesso con il fine ben preciso di ingenerare confusione o innescare polemiche dagli strascichi infiniti. Un Presidente(o cacciatore di quattrini)  con una biografia calcistica debole e priva di esperienze , deve mostrare umiltà e circondarsi di “saggi.” Affidare la comunicazione balbettante a soggetti che non ne hanno nemmeno il diritto, evidenzia solo il  voler mostrare a tutti i costi  l’onnipresidenza che porta al nulla… solo  a polemiche che non servono  a costruire l’essenziale.

Commenta la notizia

12 Di risposte a “Proprietà’ e dirigenti da “Papaveri e Papere” che continuano ad ignorare l’essenziale.”

  1. sig. indino non scriva in linguaggio aulico, parli chiaro non si capisce niente

    Pubblicato da fabio | 15 novembre 2017, 11:37
  2. Fabio, mi pare che di aulico ci sia ben poco… E’ semplice e conciso. Chi vuol capire capisce.

    Pubblicato da barsport | 15 novembre 2017, 12:30
  3. ho riletto tre volte ma sarà che sono vecchio e con poca cultura, io non capisco quasi nulla..pazienza, lascio a chi è più avvezzo alle interpretazioni

    Pubblicato da fabio | 15 novembre 2017, 12:38
  4. Ma perché non lo fai te, il presidente !? Col tuo amico Mario. Così, tanto per renderti conto com’è gestire e gestirti (si, perché non sapresti gestirti se non avessi anche te chi fa per te). Io tifo Rimini dal 1964, te eri ancora, chissà dove, e non ho mai sentito delle cazzate così grosse. Facile lavorare per altri, con ferie stipendio e magari un hobby da coltivare… Non ci piaci, non sai essere obbiettivo.

    Pubblicato da Ambrosi Altervista Marco | 15 novembre 2017, 13:13
  5. Ambrosi, io ho rispetto di tutti e vorrei che lo facessero anche gli altri nei nostri confronti. Nessuno vuole fare “guerre” ma se attaccati siamo pronti a rispondere. Poi ti informo che non ho ambizioni di fare il presidente e non conosco nessun Mario.Non ho nessun padrone, non sono stipendiato (se non da me stesso) e scrivo (con educazione) quello che vedo e penso senza nessun problema. Se non ti piaccio è un tuo problema…non si può essere simpatici a tutti. Buona giornata.

    Pubblicato da barsport | 15 novembre 2017, 13:52
  6. Scusa Indino, non è che puoi mettere sul sito l’ultima puntata? Lunedì, come comprensibile, non credo che tanti ti abbiano seguito, visto che avevamo in ballo una qualificazione (Lasciamo perdere che ho ancora tanta rabbia e dolore!)
    Magari potrebbe essere più chiaro capire il senso di questo tuo ultimo articolo, anche se, a dire il vero, chi ti segue sempre, come me, ha capito. Dall’ultima puntata che ho visto è stato chiaro che alla società, quindi a Grassi non piace la tua linea editoriale e a te e ai tuoi collaboratori/ospiti non piace che vi si dica quello che potete o non potete fare e dire (che cosa, in verità, non ho capito perché la portavoce non ha spiegato un tubo). Resta inteso che in piena democrazia ognuno può dire ciò che vuole senza offendere naturalmente. Quindi credo che te e il presidente della Rimini Calcio continuerete ambedue per la vostra strada.

    Pubblicato da Primo | 15 novembre 2017, 14:15
  7. Certo, ci sarà da domani.

    Pubblicato da pianetaitalia | 15 novembre 2017, 17:44
  8. Grazie.
    Chiedo venia. Ho scritto presidente riferendomi a Grassi. Il presidente è Santarini lo so benissimo. Lapsus freudiano.

    Pubblicato da Primo | 15 novembre 2017, 17:48
  9. Intino, ma non si capisce nulla! Non ho parole….

    Pubblicato da Msriorossi | 15 novembre 2017, 21:34
  10. beppe mi spiace ,ma mi sembra di capire hche Grassi ti ha chiuso tutte le porte
    la portavoce secondo me lavea studiata giusta e Cingo ci ha messo il carico finael
    ce ne faremo na ragione

    Pubblicato da Stefano | 16 novembre 2017, 10:09
  11. Mario stronszo, non mi stupisce che tu non sappia leggere…

    Pubblicato da barsport | 16 novembre 2017, 11:52
  12. Grande intino…….!Veramemte più che stronzo, come tu mi hai definito, sono analfabeta.

    Pubblicato da Mariorossi | 16 novembre 2017, 23:49

Rispondi

Bar Sport su Facebook