stai leggendo....

Inizia con una sconfitta l’avventura di Righetti. Rimini eliminato dalla coppa Italia dilettanti. Matelica – Rimini 2-1

calcio

Inizia con una sconfitta l'avventura di Righetti. Rimini eliminato dalla coppa Italia dilettanti. Matelica - Rimini 2-1

FORMAZIONI:
MATELICA: Rivosecchi, Arapi (9′ st Brentan), Bartolini, Messina, Callegaro, Gilardi, Mancini (7′ st Dano), Malagò, Gioè (20′ st Magrassi), Alfonsi (31′ st Tonelli), Oliveira (23′ st D’Appolonia). A disp.: Demilija, Rossini, Gerevini, Cuccato. All. Tiozzo Peschiero.

RIMINI: 22 Rapisarda, 8 Righini, 14 Mingucci (35′ st 27 Perazzini), 17 Arlotti (5′ st 7 Simoncelli), 21 Dormi, 25 D’Addario, 33 Pasquini, 70 Protino (32′ st 72 Amaducci), 77 Guiebre (20′ st 28 Maggioli), 98 Mazzavillani, 99 Di Stefano (15′ st 20 Albini). A disp.: 12 Romani, 2 Brighi, 4 Variola, 30 Montanari. All. Righetti.

ARBITRO: Zuffada di Sulmona.

RETI: 19′ pt Gioè, 25′ pt Arlotti, 30′ pt Messina.

Partita con le seconde linee in campo da una parte e dall’altra  con spunti interessanti. Vince il Matelica capolista nel suo girone (F) in serie D e va avanti in coppa. Il Rimini esce di scena. Per Luca Righetti l’avventura sulla panchina biancorossa inizia con una sconfitta che non fa male ma che deve insegnare a rispettare tutti e che il nome blasonato che si porta non basta per essere invincibili.

 

Commenta la notizia

33 Di risposte a “Inizia con una sconfitta l’avventura di Righetti. Rimini eliminato dalla coppa Italia dilettanti. Matelica – Rimini 2-1”

  1. Ha provato tutti righetti ci sta
    Tornando alla giornata di ieri
    Mi sembra di aver capito tra le righe che Muccioli ha fatto delle richieste che la società
    Non poteva pernmettersi
    Sul mercato.?
    Il patron ha dichiarato che non può permettersi il professionismo
    Perché non riesce a sostenerlo
    Dopo ha detto che l’appetito vien mangiando
    Mi illuminate grazie
    Altra cosa dopo la partita con la sangiovannese visto che ero li
    Se c’era una testa in discussione era quella del signor direttore sportivo
    Visto che non ne ha inzuccata una
    Forse Montanari e viti

    Pubblicato da Mini bar | 6 dicembre 2017, 21:16
  2. Chi ben comincia è a metà dell’opera

    PATETICI

    Pubblicato da Strenz cul | 6 dicembre 2017, 23:00
  3. Va bene così
    Stesso pensiero
    Fuori dallo stadio è sempre quello
    Ringrazia che c’è grassi se no niente calcio
    Era così anche con de mesi
    Ma adesso ti dicono
    Vuoi vincere e poi sparire come con l’altro
    Ma in fin dei conti non siamo spariti lo stesso
    Io amo il Rimini e non riesco ad arrendermi a ste frasi
    Avranno ragione loro
    Ma come diceva lui
    Se devi vivere per strisciare allora alzati e muori

    Pubblicato da Uno di Verucchio | 6 dicembre 2017, 23:22
  4. Il pressappochismo di questa società e’ sconcertante. Il signor Grassi si sta circondando di tutti i suoi signorsì con limiti di continuità a progetti vincenti. Spero vivamente che si cambi al più presto vertici.

    Pubblicato da Alberto | 7 dicembre 2017, 10:38
  5. ahahahahj

    Pubblicato da Stefano | 7 dicembre 2017, 11:09
  6. Quelli fuori allo stadio non fanno testo.

    Pubblicato da Alfonso | 7 dicembre 2017, 12:00
  7. rivogliamo de meis

    Pubblicato da daje fabri | 7 dicembre 2017, 12:13
  8. Con questo stadio preistorico, deo gratias Grassi.

    Pubblicato da Mario | 7 dicembre 2017, 15:32
  9. portate una penna allo stadio per favore
    non sanno come firmare

    Pubblicato da un rimminese contento | 7 dicembre 2017, 17:52
  10. Che ne dite di quello che sta succedendo a Santarcangelo???
    E del sig. Borozan?

    Mah!

    Pubblicato da Il sognatore | 7 dicembre 2017, 18:51
  11. Non mi fido di uno che si chiama MESTROvic.

    Pubblicato da GIORGIO PALLEPIENE (THE REAL) | 7 dicembre 2017, 19:08
  12. Sembra però che abbia costruito uno stadio nuovo per la sua squadra in Croazia e senza pista d’atletica!.

    Pubblicato da Giovanni | 7 dicembre 2017, 19:16
  13. L’ho sentito, poche parole ma tutte concrete. Questi sanno fare calcio. Speriamo che vengano a Rimini.

    Pubblicato da Alfonso | 7 dicembre 2017, 19:45
  14. Oh adesso è arrivato tompte mi sento più tranquillo
    Hanno trovato la penna per firmare

    Pubblicato da Uno di Verucchio | 7 dicembre 2017, 22:41
  15. Ma anche un altro attaccante ? ma cosa devono fare? Manca un difensore un centrocampo
    e uno sulle fascia che corre!

    Pubblicato da Massimiliano | 8 dicembre 2017, 08:41
  16. Hai ragione Massimiliano condivido con te !

    Pubblicato da Mirko | 8 dicembre 2017, 08:42
  17. Ma questo nuovo è come buonaventura!

    Pubblicato da Mirko | 8 dicembre 2017, 08:45
  18. Così abbiamo 3 punte centrali! Chi non giocherà più?

    Pubblicato da Luca | 8 dicembre 2017, 08:47
  19. non so chi non giocherà più. Comunque la società ha appena annunciato di aver comprato un altro attaccante: Traini.
    Un reparto leggermente “abbondante”. Prossimamente spero di vedere i potenziamenti che servono davvero

    Pubblicato da A.B. | 8 dicembre 2017, 11:20
  20. Hanno le idee chiare ragazzi
    Non vi preoccupate ci pensa tamai
    Seguivano golfo della pianese ottimo giocatore alto 1,65
    Hanno preso traini alto 1,94
    Non so se arriva anche il primo
    Ma giudicate voi
    Golfo era quello che correva anche come seconda punta

    Pubblicato da Uno di Verucchio | 8 dicembre 2017, 12:02
  21. Tompte il giovane è sempre stato qui
    Cercavano di tesserarlo da agosto
    Poi arriva traini non conosco quindi speriamo bene
    A mio avviso servono dietro
    Centrale.forte in mezzo
    Giovane centrale dal piede destro
    E se ci sono centrocampista davanti alla difesa che abbia gamba
    Di quelli fermi col culo grosso anche se bravi coi piedi ne abbiamo anche troppi

    Pubblicato da Mini bar | 8 dicembre 2017, 12:16
  22. Premetto che secondo me Muccioli andava esonerato già da tempo in quanto ha fatto giocare fuori ruolo tanti giocatori in questi mesi (vedi Buonaventura che all’inizio giocava spalle alla porta e faceva solo da boa per gli inserimenti dei centrocampisti anzichè fare il centravanti) sbagliando spesso e volentieri la formazione.
    Credo che nelle ultime due partite pareggiate i 4 punti persi siano in gran parte una sua responsabilità per avere sbagliato formazione e modulo, salvo modificarli alla fine migliorando le cose e facendo capire bene che se fossimo partiti da subito così sarebbero state due partite diverse.
    Tuttavia, avendo ascoltato la conferenza stampa (forse sarebbe meglio dire “il comunicato stampa”, perchè nelle conferenze stampa i giornalisti possono fare domande) di Grassi ed al netto delle simpatie (poche) o antipatie (piuttosto diffuse) nei suoi confronti, non posso esimermi dal far rilevare alcuni dati oggettivi riguardo questo estemporaneo cambio di allenatore.
    1) Lo stesso Grassi ritiene Righetti meno preparato di Muccioli, tanto da avere preferito il secondo al primo l’estate scorsa, quando entrambi erano disponibili, ed avere spedito il primo a fare altro.
    2) La miglior dote del nuovo allenatore, delle cui competenze tecniche o dei cui successi professionali non è stato detto nulla (forse perchè non c’era molto da dire?) è di essere “aziendalista” (quindi di preferire e favorire gli interessi di Grassi a quelli della squadra).
    3) Un ulteriore pregio di costui è che neppure si permette di richiedere una retribuzione per il suo lavoro, ma lavora ad offerta libera e pare pure vantarsene.
    Ora mi chiedo, senza entrare nel merito delle scelte personali di nessuno (se c’è chi vuole lavorare gratis o chi vuole per assurdo pagare per lavorare non è affar mio, di tifoso) ma di che autorevolezza e stima può godere, in rapporto ad un gruppo di giocatori, una persona che reputa il proprio lavoro, la propria professionalità, immeritevole di retribuzione, rimettendosi al buon cuore del datore di lavoro?
    Absit iniura verbis, ma tali modalità evocano linguisticamente più il concetto di “mancetta” o di una sorta di “caritatevole offerta” (in quanto rimesse esclusivamente al buon cuore di chi le elargisce), per definizione, che di una “retribuzione lavorativa”.
    4) Per ultimo, non capisco neppure il fatto di stimarsi di non studiare gli avversari (modulo, gioco, caratteristiche dei giocatori) cosa che fanno tutti ormai, anche nei tornei dei Bar, essendo fondamentale conoscere le caratteristiche di chi si andrà ad affrontare. Poi se uno vuol dire “noi siamo il Rimini, non ci frega niente degli altri e di come giocano, perchè tanto li asfalteremo tutti!” mi sta bene, però poi bisogna ricordarsi anche di farlo la domenica in campo, perchè con i proclami non si fanno punti!
    In conclusione: sono perplesso sul fatto che stiamo cambiando in meglio, spero che i fatti mi possano smentire.

    Pubblicato da Mauro | 8 dicembre 2017, 15:13
  23. Ma scusate oggi il mister non ha fatto la conferenza stampa?

    Pubblicato da Luca | 8 dicembre 2017, 17:53
  24. Mauro, sono d’accordo su tutti i punti da Te indicati. L’unica risposta che mi sono dato e’ che con muccioli, con tutti i suoi limiti, avremmo seriamente rischiato di finire in serie c. A fronte di richieste di mercato fatte da muccioli grassi, ha preferito fare un passo indietro

    Pubblicato da Tredi | 8 dicembre 2017, 18:45
  25. Per riallacciarmi a quanto scrive TREDI, si possono fare solo ipotesi ma, non so se Muccioli abbia fatto richieste di mercato (nelle conferenze negava di voler altri giocatori) o richieste per se stesso ed il suo staff. Una cosa è certa, Grassi ama chi sposa il suo progetto fatto da aziendalisti o quasi volontari, ora è circondato da tutti i suoi più fidi collaboratori che incarnano questo modo di fare calcio e gli va anche riconosciuto che con una gestione oculata, spendendo meno di tante altre società, è lì che lotta al vertice del campionato. Però credo che ora sia arrivato un po’ al limite delle sue potenzialità, il salto in C con un po’ di fortuna potrebbe anche arrivare, ma poi? Lui stesso ha ammesso di non potersi permettere il professionismo. Piccoli sponsor tanti ma, non ha trovato ancora chi gli possa dare la mano giusta per aspirare a campionati importanti, non ci sono le agogniate cinque gambe del progetto e il tavolo traballa. Ora vedremo all’opera a Santarcangelo gli ungari-croati che sembrano fare sul serio e se si dimostreranno affidabili, torneranno a bussare alle porte del Comune e della Rimini fc. Sulla conferenza stampa, aldilà di lavare in casa i panni sporchi, ha fatto piacere sentir fare ammenda sulle incoerenze perché iniziavano ad essere davvero troppe e iniziavano a nuocere alla salute di tutto l’ambiente. Forse molti non si ricordano una delle primissime interviste rilasciate…”a noi piace un calcio stile inglese dove i collaboratori in società e lo staff tecnico rimangono gli stessi per anni” pochi mesi e via Landi, Berlini, William Fabbri, Mastro e staff, oppure il “non si pagheranno rette per il settore giovanile”, oppure Mastro no perché cerchiamo qualcuno con esperienza in D, poi arriva Righetti, oppure “Muccioli rimane fino a che ci siamo noi”, oppure l’appetito vien mangiando, si può puntare alla C, per poi ammettere di non avere i mezzi per sostenere il professionismo. Questa finestra di mercato può essere indicativa dei piani societari, sospendendo il giudizio sul tecnico, se arriveranno giocatori più forti di quelli che ci sono e non solo per allungare la panchina, allora si potrebbe intravedere un progetto, diversamente, potrebbe apparire come un tirare i remi in barca in attesa di sviluppi futuri che ancora non ci è dato conoscere.

    Pubblicato da elefantino | 8 dicembre 2017, 22:42
  26. Come dicevano i nostri vecchi: a sla bocca ie bon tott. Parole, parole, parole soltanto parole. Avete la formula giusta per portare il Rimini in serie C? Prendete i serbo bosniaci croati ungheresi e compagnia andante e fate come al casinò. Cambiate le fiches con i soldi, ma quelli veri e vedremo se sono davvero capaci e soprattutto solvibili a farci fare il salto di qualità. Di bidonari ne abbiamo visti passare ed ancora li aspettiamo sulle sponde del Marecchia.

    Pubblicato da pier giuseppe babbi | 9 dicembre 2017, 00:10
  27. Avete letto? Hanno preso traini per sostituire buonaventura!

    Pubblicato da Lucalandi | 9 dicembre 2017, 08:53
  28. parliamo di calcio
    in difesa siamo a pezzi
    sono 2 mesi che siamo cosi
    ma fa davvero tamai
    i ragazzi importanti ci sono ma sono in infermeria per un bel po
    a centrocampo ne manca almeno 1 che corra
    devi dar loro lo stipendio e basta
    dentro 1 fuori un altro
    in porta deve giocare per forza scotti
    io stravedo per lui
    ma metterei un over in piu in mezzo al campo

    Pubblicato da un rimminese contento | 9 dicembre 2017, 11:41
  29. Letto? Dove?

    Pubblicato da A.B. | 9 dicembre 2017, 12:03
  30. non scrivero piu
    non so cosa si deve moderare
    grazie comunque

    Pubblicato da un rimminese contento | 9 dicembre 2017, 12:36
  31. Ciao a tutti!
    Ho letto con attenzione tutti i vostri commenti e devo dire che ognuno di voi ha detto cose giuste, esaminando oggettivamente la situazione società/dirigenza/allenatore.
    Purtroppo però sono solo delle ipotesi, visto che notizie certe non ne arrivano dalla società!?!
    Non rispondendo alla domanda sul perchè ha deciso di avvicendare l’allenatore, Grassi ha lasciato aperti molti dubbi sulle reali intenzioni della Società per il fururo…
    Purtroppo (o per fortuna – vedremo in futuro) ora Grassi è a capo della Società e investendo soldi suoi, fa quello che vuole lui.
    Aveva chiesto aiuto, ma pare che nessuno si è fatto avanti.

    Per quello che riguarda la cordata croata ed il possibile interesse al Rimini… Mah, io non ci credo molto!
    Avendo investito soldi ed energie a Santarcangelo, non credo possa prendere in considerazione anche un’altra società almeno nel breve.
    Un’altra cosa importante da dire:
    Voi sareste pronti a fare una fusione con il Santarcangelo?

    Ciao e forza Rimini

    Pubblicato da Il Sognatore | 9 dicembre 2017, 15:11
  32. Nessun aggiornamento sul’ acquisto di traini….. Almeno mettere una riga….

    Pubblicato da Smemorandum | 9 dicembre 2017, 15:19
  33. Riminese contento- Chiediamo scusa per la moderazione prolungata , ma la giornata festiva di ieri non ci ha consentito di sbloccarla.

    Pubblicato da barsport | 9 dicembre 2017, 16:28

Rispondi

Bar Sport su Facebook