stai leggendo....

Fusione Rimini – Santarcangelo, percorso difficile?

calcio

Fusione Rimini - Santarcangelo,  percorso difficile?

Gli sbalzi d’umore sono estremamente diffusi e ogni volta che si presentano, dopo aver fatto i loro “danni”, si dileguano così velocemente da non essere riconosciuti come i veri responsabili di tanti problemi relazionali. Oggi che le cose iniziano ad avere una lettura ben evidente della situazione Rimini Calcio  ci auguriamo che tutti si possa essere più sereni a dare risposte ben precise a ciò che si vuole fare per il futuro di questa società.   Ivan Mestrovic, 38enne imprenditore croato creatore  di “City Express” dopo aver rilevato la società clementina, ora vuole il Rimini e propone LA FUSIONE col Santarcangelo a Grassi.    L’idea, nata dalla mente di  questo facoltoso imprenditore, è sicuramente suggestiva anche se difficilmente praticabile. Il ragionamento immediato e quasi scontato,  un “raddoppiamento” delle forze in campo avrebbe certamente  senso,  ma le condizioni? Ne abbiamo provato a discutere  con uomini di calcio, con imprenditori vicini ad entrambe le cordate, ed il pensiero è stato lo stesso. Le difficoltà oggettive che entrambi le parti hanno davanti a loro sono molteplici e legate a molti fattori di contratti  in essere, dall’una e dall’altra sponda. Senza dimenticare  poi  i tifosi delle due società, soprattutto quelli giallo blu che vedrebbero svanire la lunga tradizione della loro società nel giro di un batter d’occhi. A quelli del Rimini chiaramente andrebbe molto meglio: Avrebbero la certezza di vedere raddoppiare le forze dal punto di vista economico, consapevolezza che si   risolverebbe la mediocrità calcistica attuale biancorossa e  si ritroverebbero una squadra più competitiva a livello sportivo con maggiori risorse e con strutture all’avanguardia. La parola ora passa  al signor Giorgio Grassi che dovrà valutare la sua voglia o meno di accettare la proposta oppure valutare di  continuare da solo con tutti i rischi del caso, o di decidere di farsi da parte.

Commenta la notizia

62 Di risposte a “Fusione Rimini – Santarcangelo, percorso difficile?”

  1. Non sono d’accordo alla fusione.
    Sono di Rimini ed ho sempre tifato Rimini. Mi auguro il bene per la squadra e società e, come tutti, vorrei tornare a vedere il Rimini giocare in serie B, ma non a danno di un’altra squadra.
    Santarcangelo, o qualunque squadra essa sia…
    È vero che uno con i suoi soldi può fare quello che gli pare, ma non trovo giusto che uno arriva, compra e poi fonde due squadre che, storicamente hanno rappresentato un vanto per i proprio tifosi.
    A quanto leggo, molto probabilmente, il Rimini Calcio avrebbe l’onere e l’onore di portare avanti il progetto, con tutti i benefici del caso, ma cosa succederà al Santarcangelo Calcio?
    Per me vale anche il contrario…immaginiamo se fossimo noi la “piccola” società che deve fare da sostegno alla “sorella” più grande, che di conseguenza si prenderebbe tutti i meriti!

    Forse sono fuori dal coro, forse non ho capito bene la dinamica del progetto (e prego mi venisse spiegato meglio…) o forse sono un po’ romantico, legato ancora a cose forse destinate a cambiare con le leggi del mercato, ma ritengo che ogni comunità debba avere le sue radici e per me, la squadra della tua città, è una di queste cose!
    Senza contare il senso di TIFARE per una squadra di calcio.

    Rimanendo in attesa di aggiornamenti, saluto e forza Rimini!

    Pubblicato da Il Sognatore | 10 gennaio 2018, 13:15
  2. Grassi ha ammesso, nel suo comunicato, che fino a qui riesce a gestirsi da solo, più o meno con le sue forze, ma che, vincendo il campionato si aprirà per lui un impegno troppo gravoso, per cui chiede aiuto alla città. Io credo che chi ha voluto aiutarlo finora l’abbia fatto, non penso che arriverà chissà cosa o chissà chi.
    Chi è tifoso del Rimini calcio, ha visto in tante e tante occasioni, quanto le richieste di aiuto delle varie compagini societarie che si sono succedute nel tempo, siano cadute inascoltate. Magari Grassi da più fiducia di qualcuno o di tutti i suoi predecessori che hanno sollevato la medesima richiesta e magari raccoglierà qualcosa di tangibile. Potrebbe essere, ma sarà sempre qualcosa (cioè pochino) e dubito che arriverà ciò che sarebbe indispensabile per garantire una gestione come quella che è nelle aspettative della tifoseria. Se non fosse venuto fuori ” l’affaire Mestrovic “, forse ci saremmo anche rassegnati. Si fa con quello che si può. Grassi può questo e non c’è nessun altro che intende sobbarcarsi il fardello al suo posto. Ma un altro è venuto fuori. L’abbiamo saputo inizialmente da Indino (che è solito dare notizie fuorvianti, tendenziose e destabilizzanti….esilarante!), poi da tutta la stampa. Grassi lo ha negato fino all’ultimo e poi è stato costretto ad ammetterlo, ma non ci ha detto chiaramente cosa gli è stato proposto e perché, momentaneamente, ha declinato l’offerta. Così come Mestrovic non ci ha detto cosa ha offerto, cosa vuole in cambio e soprattutto quello che vorrebbe fare. Il croato non ha più ragione di rimanere defilato. Potrebbe venire allo scoperto e, in conferenza stampa, illustrare il suo progetto, passo per passo, in modo che sia noi, sia i santarcangiolesi potremmo comprendere quale potrebbe essere il nostro rispettivo futuro. Che sia persona solvibile e seria non lo metto in dubbio (così come lo è Grassi), ma dovrebbe parlare con chiarezza e illustrarci tutte le sue reali intenzioni, perchè altrimenti come potremo rispondere alla domanda, appena velata, che ci ha posto Grassi: volete stare con me o con i croati? E soprattutto: perché ambedue questi signori, non ci dicono come mai non sia possibile invece condividere un progetto comune? Grassi ha bisogno di forze economiche per affrontare un futuro calcistico tra i semi-pro. Mestrovic le ha. Perchè l’uno non le accetta? Oppure perchè l’altro non vuole darle? Chiaramente la prima cosa che viene in mente è la gestione del potere. Chi comanda? Cosa comanda? Ma a me, subito dopo viene in mente: perché non discutete insieme per vedere se esista la possibilità di realizzare qualcosa di veramente importante, insieme? Lo avete fatto o lo avete escluso in partenza? Questo vorrei sapere

    Pubblicato da Branca | 10 gennaio 2018, 14:22
  3. del santarcangelo mi interessa poco lo ammetto
    il sign. brolli quando ha ceduto le quote penso sapesse le intenzioni di chi comprava
    anche perche non ha mai denunciato il contrario mi sembra
    poi ognuno la pensa come vuole

    Pubblicato da mirco | 10 gennaio 2018, 14:26
  4. secondo voi uno viene qua tira fuori qualche milioncino e ti fa comandare a te
    al massimo ti propone di fare il presidente alla santarini
    grassi fa il presidente ?
    non mi pare
    2 galli nel pollaio difficile soluzione
    e li comprendo tutti e due
    sono d’accordo che ormai qualcuno della cordata croata ci spieghi il suo progetto
    come grassi se ha voglia ci dica perche vuole tenere il rimini anche se non ha le finanze per fare serie superiori
    io la penso cosi
    vinciamo sto campionato pensiamo a quello e poi vediamo

    Pubblicato da antonio | 10 gennaio 2018, 14:40
  5. Lunedì prossimo è in programma la conferenza stampa di Mestrovic a Santarcangelo dove esporrà i suoi progetti, vedremo in cosa consistono, fino ad allora non mi pronuncio. Intanto sono arrivati ieri due giocatori dalla squadra Croata Oijsek, un centrale difensivo e un trequartista !! Ne dovrebbero arrivare ancora un paio, vedremo.

    Pubblicato da massimo | 10 gennaio 2018, 15:43
  6. Il progetto potrebbe funzionare se si fosse capaci di essere lungimiranti e di superare gli ostacoli, rappresentati da uno stadio nuovo da costruire a Rimini e con le due squadre gemellate: la prima che naviga fra la serie B o A e la seconda (la cantera) fra la C e la D, come si converrebbe al loro bacino d’utenza. Ma a Rimini, dove da 80 e più anni si è fermi al vetusto Neri, mi sembra un sogno più che croato da fantascienza!

    Pubblicato da Paolo | 10 gennaio 2018, 19:07
  7. MESTROVIC ha sbagliato i tempi (campionato in corso e squadra in lotta per la promozione) ed ha sbagliato il metodo.
    “io voglio il Rimini” ma intanto ha preso il Santa per poi ricattare.

    Pubblicato da pipin zirandla | 10 gennaio 2018, 20:33
  8. siete tutti fuori strada…………….
    anche l’articolo di Barone è fuorviante
    Altrochè Mestrovic e Atalanta
    La Rimini Calcio sta puntando moooooooooooooooolto più in alto
    sta arrivando qualcuno di importante in questi giorni
    se ne parla di già
    targa Juventus

    Pubblicato da Omar | 10 gennaio 2018, 20:54
  9. Omar, tutto vero, concordo con pipin sul fatto che il croato abbia sbagliato modi e tempi per fare ciò che dice di voler fare. Mah…. !

    Pubblicato da Mariorossi | 10 gennaio 2018, 21:06
  10. Pregherei i grassi-boys (anche se sospetto che sia sempre e solo uno che scrive cambiando nome) di smetterla con ste mezze frasi sibilline con lo scopo di ingenerare false speranze!
    Vedrete di qua… io so una cosa eccezionale ma non la posso dire di là… ma fammi il piacere!
    La verità è una sola e l’ha ammessa lo stesso grassi: lui non ha i soldi per fare la serie C.
    Nessuno glieli darà come non glieli ha dati finora, non li troverà per strada e non li vincerà al superenalotto.
    Per cui questa è l’unica realtà oggi e lo sarà anche il prossimo anno.
    Con questa dobbiamo fare i conti ed è bene farli sin da ora perchè a giugno potrebbe essere tardi per allestire una squadra competitiva per il campionato 2018-2019.
    Mi fa sorridere come fino al pre-mestrovic grassi minacciasse di lasciare il Rimini un giorno si e l’altro anche e tutti a tremare… adesso che c’è chi lo vuole comperare non lo molla nemmeno se lo prendono a badilate!

    Pubblicato da Asso | 10 gennaio 2018, 23:34
  11. sono Omar e non sono un Grassiano ma so per certo che nel fine settimana arriva un dirigente bianconero
    mi spiace averti rubato lo scoop
    ci si vede

    Pubblicato da Omar | 11 gennaio 2018, 09:55
  12. e cosa ci facciamo col dirigente bianconero
    i ricordini per i defunti
    ma la sa nde
    gia mi viene l’orticaria solo a sentire il colore

    Pubblicato da sono biancorosso | 11 gennaio 2018, 10:28
  13. Altra intervista di Grassi ieri su Chiamami città dove dice che i croati non sono altro che una seccatura. Poi parla di storia facendo paragoni allucinanti. Mi chiedo se il signor Grassi sia consapevole di quello che dice perché io non riesco a seguirlo ne quando parla, ne quando rilascia interviste scritte. Con tutto il rispetto si intende.

    Pubblicato da Mario | 11 gennaio 2018, 10:55
  14. atalanta iuventus arsenal fossombrone agnonese
    il tutto e il contrario di tutto
    visto che sapete tante cose
    ditemi se il sign. grassi ha 1 milione barra 1 milione e mezzo per far la lega pro se va bene il prossimo anno
    questo e’ uno scoop
    il resto e’ noia come le interviste che fra

    Pubblicato da mini bar | 11 gennaio 2018, 11:14
  15. Ho appena letto l’intervista del Sig. Grassi.
    A parte il fatto della “scocciatura” dei croati, che forse doveva/poteva essere messa con altre parole, credo che non abbia tutti i torti…
    Partendo dal discorso che “un altro calcio è possibile”, le cose che ha detto non sono sbagliate.
    Nel senso che è un discorso di cultura e di pensiero di comunità.
    Stesso discorso per la visione ottusa della città nel non capire che uno stadio nuovo e multifunzionale possa portare molto a tutti, tutto l’anno.

    Per adesso comunque, testa bassa e sguardo verso una promozione che potrebbe dare slancio ed entusiasmo a tutta la città. E forse far scattare quella molla del poco da tutti…

    Pubblicato da Il Sognatore | 11 gennaio 2018, 11:51
  16. Però Grassi continua a rilasciare interviste senza che nessuno gli chieda davvero le cose essenziali . Troppa genuflessione.

    Pubblicato da Renzo | 11 gennaio 2018, 12:26
  17. settore distinti
    a molti non va giu di aver pagato 150 euro per l’abbonamento
    per questa categoria
    comunque lo hanno sottoscritto
    il resto della comunita’ non da niente e lo sappiamo tutti
    eppure parliamo sempre delle stesse cose
    le interviste sono tutte uguali
    non dicono niente e sempre la stessa litania
    la domanda e’
    cosa vuole personalmente dalla citta’ il sig.grassi attraverso il calcio

    Pubblicato da mini bar | 11 gennaio 2018, 12:46
  18. Scusate, senza polemica, ma perché tutti quelli che non la pensano devono essere per forza dei grassiboys?
    Sempre i soliti discorsi….amatiboys, pretelliboys, demeisboys e adesso grassiboys. Non ci si può confrontare senza pensare che gli altri siano in malafede?

    Pubblicato da Giorgio pallepiene | 11 gennaio 2018, 14:08
  19. Perche’ non ci sono attenuanti per aderire ad un progetto come quello di Grassi quando l alternativa e’ palesemente piu’ vantaggiosa per tutti…tifosi e non tifosi

    Pubblicato da Nichi | 11 gennaio 2018, 15:06
  20. Secondo me quello croato e’ l’ultimo treno che passa da Rimini per risolvere il problema calcio. Noi tifosi la dobbiamo smettere di piangere quando il latte e’ versato. Accontentarsi di quello che passa il convento non porta a nulla. Se esistono alternative certe e più importanti di quelle che ci vengono proposte da Giorgio Grassi , non esitiamo . Questo Mestrovic da quello che ne sento parlare e’ un imprenditore serio che vuole investire su Rimini. Altro che dirigenti della Juventus …Omar

    Pubblicato da Tifoso vero | 11 gennaio 2018, 15:57
  21. ma anziché scrivere una marea di pensieri futili e senza costrutto pensate al campionato siamo primi e domenica c’è il tuttocuoio.

    Pubblicato da love&peace | 11 gennaio 2018, 18:29
  22. Scusatemi, ma senza far della polemica, con tante società in difficoltà in Lega Pro ed in serie D, con tradizioni superiori a quelle del Santarcangelo e del Rimini, con stadi non vetusti come il Romeo Neri con capienze considerevoli e quì cito Reggio Calabria, Catanzaro, Messina, Catania, Mantova, Modena, Vicenza, Reggio Emilia e potrei continuare a lungo, mi si deve spiegare quali sono i motivi perchè il Sig. Mestrovic viene a fare calcio da noi e mi piacerebbe sentirlo in una conferenza stampa da parte dell’interessato. Tenendo presente poi che se vuol mettere mano al Romeo Neri, dove con progetto in mano simile allo stadio di Modena, non c’è riuscito nemmeno Bellavista e considerando poi i tempi biblici della burocrazia italiana per la costruzione, passerebbero non meno di 5/6 anni.

    Pubblicato da Pier Giuseppe Babbi | 11 gennaio 2018, 18:58
  23. Eggia’ PIER GIUSEPPE BABBI, da domani forse il Vicenza non esistera’ piu’.

    Pubblicato da pipin zirandla | 11 gennaio 2018, 20:59
  24. Chiedo all amico beppe indino perche grassi dici che la scelta spetterà ai tifosi e poi smentisce dicendo che i croati sono solo una scocciatura? Indecifrabile giusto beppe? Mi fai sapere anche del presunto dirigente juve se sai qualcosa?

    Pubblicato da mondaini | 11 gennaio 2018, 21:06
  25. Lunedi” ci sara’ la conferenza cosi’ l” arcano sara’ svelato.preoccuparsi del motivo per cui abbia scelto Rimini e’ l ultimo dei pensieri.personalmente la considero una bella fortuna..

    Pubblicato da Nichi | 11 gennaio 2018, 21:59
  26. Ciao Giuseppe
    Fai la stessa domanda sul sign.Grasssi
    Perché vuole tenersi il Rimini anche se non ha le finanze per farlo
    E non è andato a Mantova Modena Catania
    Come mai aveva il Riccione in eccellenza
    E ha preso in eccellenza il Rimini
    Se no sembri di parte
    Il nome Rimini nel mondo tira e può essere un buon veicolo per i propri affari
    Se hai la fortuna di uscire
    un po’ dall.italia lo scopri
    Il resto dei tuoi nomi evidentemente no
    Il fatto poi che Rimini FC non abbia debiti può tornare a favore
    Ricordati anno scorso di questi tempi
    Pietra tombale sul progetto Rimini per il bar o non so cosa
    Il rischio che tutto finisca c.e anche con il sig.Grassi
    Apri gli occhi
    Nessuno fa niente per niente
    Che vengano dalla Croazia o da riccione
    Ciao e forza Rimini senza Fc 1912 O arcangelo vicino

    Pubblicato da Mini bar | 11 gennaio 2018, 22:04
  27. Sono anni che facciamo il ping pong tra D e C ..con una capatina in eccellenza…direi che di purgatorio l Riminii ne abbia fatto abbastanza..Finalmente si intravede una luce…non mettetevi le bende e aprite gli occhi..il calcio vero sta per cominciare

    Pubblicato da Nichi | 11 gennaio 2018, 22:16
  28. Lunedì, dopo la conferenza stampa di Mestrovic, forse ne sapremo tutti di più del suo progetto. Se è vero che Grassi chiederà ai tifosi il da farsi sul futuro, sarà bene che Mestrovic, nella conferenza stampa non parlì solo di Santarcangelo ma che illustri a tutti, quali intenzioni ha su Rimini.
    Grassi fino ad oggi ha fatto bene con le risorse disponibili, ha dimostrato con i suoi collaboratori di saper scegliere e allestire squadre competitive e con un gran spogliatoio, avesse le possibilità economiche credo potrebbe far bene anche in C…ma è proprio questo il punto! La nota dolente. Il progetto è nato zoppo ed ora i nodi stanno arrivando molto velocemente al pettine.
    Molti si dimenticano che questo progetto l’ha voluto, anzi potremmo dire, l’ha imposto l’amministrazione comunale. Per questo non me la sono mai sentita di tirar la croce addosso a Grassi. Ve le ricordate i primi contatti con Grassi? “Se c’è bisogno di dare una mano per far rinascere il calcio a Rimini, io ci sono!” Ed è stato di parola ma erano anche chiari fin da subito, i limiti del progetto. Uno che viene a dare una mano, da un aiuto, non risolve i problemi del calcio a Rimini.
    Lui sperava, e forse lo spera ancora, che strada facendo arrivassero in soccorso altre realtà economiche. Vi ricordate che il Comune, pur di scegliere Grassi, venne meno alle regole che si era dato nel bando???!!! Grassi si sarà offerto ma l’ultima parola è stata del Comune, scartando gli Umbri e la serie D. Sul perché di queste scelte politiche si possono fare solo ipotesi. Una potrebbe essere..”un po’ di anni in serie minori, così per un po’ i tifosi non avanzeranno le solite richieste di stadio nuovo..!”
    Grassi ben conoscendo le risorse a disposizione, avrà pensato bene di partire dall’eccellenza, così almeno una promozione sarebbe arrivata prontamente e pur turandosi il naso per la categoria, fin che si vince, i malumori dei tifosi sarebbero stati più flebili. Quest’anno ne potrebbe arrivare subito un’altra, forse insperata e non calcolata e in tal caso la società si trovebbe davanti ad un bivio. Senza l’appoggio della piazza naufragherebbe qualsiasi progetto, e nessuno vuole campionati di serie C agonizzanti, lottati per salvarsi, i riminesi meritano quantomeno la colonna di sinistra della classifica, sognando i play off. In tutto questo arriva la “seccatura” dei Croati. Se il progetto sarà valido, potrebbe essere davvero il treno della svolta e rifiutarlo, esporrebbe qualcuno all’assunzione di responsabilità enormi da reggere sul groppone..

    Pubblicato da elefantino | 11 gennaio 2018, 22:19
  29. Vorrei ricordare al sig. Pipin che mi parla di Vicenza che ho elencato tante squadre e tante ce ne sono ancora che avrebbero più titoli di Rimini. Il sig. Mestrovic prende il Santarcangelo e qui non me ne vogliano i tifosi della società, che negli ultimi 2/3 anni è salito alle cronache solo per presunte conbine a livello di partite, con relativi punti di penalizzazione e squalifiche, ma non per chissa quali meriti calcistici. Che poi come dice Mini Bar il sig. Grassi non ha i soldi per poter portare il Rimini in chissà quali Olimpi calcistici ce ne potremo fare anche una ragione, ma almeno ha la modestia, essendo del posto, di fare il passo secondo la gamba e no di illudere i tifosi. Siccome l’ho già scritto in passato, avendo qualche anno sul groppone, ho visto passare per Rimini tanti salvatori della patria e rimanere con una mano davanti ed una nel didietro, tipo i vari Longarini, Sisti, Pecchini, Galassi e compagnia bella. Ripeto, quando il sig. Mestrovic vorrà fare una conferenza stampa ed elencare i suoi propositi sul Rimini, sempre che giustamente sia d’accordo il sig. Grassi che non dimentichiamolo ne è il presidente, ci si potrà confrontare su chi sostenere in questa, diciamo così, campagna elettorale. Comunque come diceva un vecchio saggio, ah sla bocca iè bon tot.

    Pubblicato da Pier Giuseppe Babbi | 11 gennaio 2018, 23:23
  30. Trovo molto strano signor Babbi che abbia citato Longarini, Sisti, Pechini e Galassi come persone che hanno fatto danni a Rimini e non ho letto per esempio di Amati e De Meis che messi in una scala volori per danni fatti al Rimini li metterei al primo posto. Lei e’ uno di quei tifosi non fa il bene del Rimini, lei si accontenta di quello che ha e che sa benissimo che non portera’ costrutto. Guardi avanti invece e abbia fiducia nel prossimo Che arriva da fuori. Guardi che il calcio ‘ e’ cambiato e’ diventato internazionale anche a livello di proprieta. Quindi, lasci perdere le belle speranze locali e viva il presente per quello che e’. Sla bocca ie’ bon tot. Compreso lei.

    Pubblicato da Franco | 12 gennaio 2018, 08:47
  31. caro Babbi
    non possiamo dialogare
    tu parteggi per una persona
    io faccio il tifo per una squadra
    e voglio il meglio che c’e
    domenica col tuttocuoio e mercoledi vicino a modena
    vedi castelvetro o come si chiama
    io ci vado te ci sei
    lascia stare l’eta forse sono piu vecchio di te
    buona giornata

    Pubblicato da mini bar | 12 gennaio 2018, 10:41
  32. @OMAR
    finalmente qualcuno che sa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    domani arriverà un dirigente della Juve……………………..
    io lo sapevo ma non l’avevo detto Beppe
    noi dei croati non ce ne facciamo niente!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Grassi ha la testa mica per niente

    Pubblicato da Francy | 12 gennaio 2018, 10:43
  33. porta i soldi?
    viene con la bandiera bianconera
    mandalo dal prete francy

    Pubblicato da io sono biancorosso | 12 gennaio 2018, 11:00
  34. Continuiamo a riempirci la bocca di titoli…arriva un dirigente della juve…arriva il segretario dell inter e infine il magazziniere del Napoli..io starei con i piedi per terra e la bocca chiusa..poi se cosi” fosse speriamo non geavi piu” di tanto nel bilancio…altrimenti siamo da punto a capo

    Pubblicato da Nichi | 12 gennaio 2018, 12:02
  35. Ma una domanda alle persone cosi’ informate sulle new entry…come mai tutte queste novita’ solo adesso..se non fossero spuntatu fuori i croati ci sarebbero state ugualmente tutte queste fantomatiche”eccellenze” in arrivo? Io la risposta me la sono gia” data..

    Pubblicato da Nichi | 12 gennaio 2018, 12:17
  36. Caro Nichi sono assolutamente d’accordo. Perche’ solo adesso tutte queste attenzioni sul futuro del Rimini?

    Pubblicato da Tifoso vero | 12 gennaio 2018, 12:21
  37. Cari sig. Franco e Mini Bar, già chi non mette nome e cognome e si nasconde dietro una tastiera facendo anche il fenomeno, non sarebbe degno di risposta. Ma essendo superiore a tutto ciò, vorrei aggiungere alcune cose. Prima di tutto io non parteggio per nessuno, ma essendo più di 50 anni che sostengo la squadra della mia città, ne ho viste di cotte e di crude. Adesso c’è la mania dell’esterofilia,ma vorrei ricordare che noi non siamo il Milan, l’Inter, la Roma ecc. Siamo una squadra che per tantissimi anni ha fatto la serie C e qualche apparizione in serie B, sempre con imprenditori locali o romagnoli. Vorrei ricordare che l’allora presidente Gaspari che per la prima volta ci portò in serie B, era riuscito, per chi non ha memoria, a coinvolgere nella società il meglio dell’allora imprenditoria locale. Quindi anche il fatto che a Rimini gli imprenditori locali non hanno mai partecipato alle sorti del calcio è una bugia colossale. Se per voi il sig. Mestrovic, che penso non abbiate mai visto nè averci avuto uno scambio di parole, è il nuovo Messia e tacciate Grassi di non essere in grado eventualmente di sopportare la Lega Pro, ben venga. Io rimarrò sempre delle mie idee, voglio vedere Grassi all’opera e penso che in un anno mezzo il suo l’abbia fatto abbondantemente senza proclami roboanti. Firmato Pier Giuseppe Babbi.

    Pubblicato da Pier Giuseppe Babbi | 12 gennaio 2018, 12:42
  38. babbi il fenomeno da tastiera purtroppo e’ lei
    se ne faccia una ragione
    non lo dico io
    che il sig. grassi non ha le finanze
    lo dice lui nelle interviste
    ripeto tifo rimini e non le persone
    nessuno le vieta di parteggiare per il sign.grassi
    e sinceramente chi se ne frega
    saluti da miramare
    e se non metto il mio nome sono cavoli miei
    senza offesa caro giuseppe

    Pubblicato da mini bar | 12 gennaio 2018, 12:53
  39. Guarda BABBI che io la penso come te.

    Pubblicato da pipin zirandla | 12 gennaio 2018, 13:44
  40. Credo che Grassi abbia parlato di “scocciatura” in quanto la squadra in questo momento deve essere concentrata sul campo e non pensare alle vicende societarie.
    Al momento credo che l’unico ad aver fatto una brutta figura sia Brolli (che ho sempre stimato), se era a conoscenza del progetto di Mestrovic ha decretato di fatto la morte del Santarcangelo. Fortuna che e’ una piazza piccola e tranquilla, se fosse successo in altre citta’ ci sarebbe stato il finimondo.

    Pubblicato da pipin zirandla | 12 gennaio 2018, 13:51
  41. Le parole le porta il venti…i fatti parleranno per tutti..non vedo l ora..

    Pubblicato da Nichi | 12 gennaio 2018, 14:19
  42. Babbi, penso che siete troppo bendati dal campanilismo. Il calcio va avanti e la provenienza di chi ha interessi nelle piazze importanti vanno ponderate ed eventualmente accettAte. Nelle piazze più calde del calcio che conta i tifosi hanno accettato i nuovi proprietari, siano essi cinesi, arabi o croati. Ma mi pare che a te interessa solo tirate a campare.

    Pubblicato da Tifoso vero | 12 gennaio 2018, 14:55
  43. pipin zirandla
    e un po di anni che ha santarcangelo dicono di
    non sostenere piu i costi di gestione
    aspettavano te che portassi i dindi
    ma non sei andato
    adesso vuoi fare la morale a brolli

    Pubblicato da remin fat in la che santarcangiul le na citta | 12 gennaio 2018, 15:41
  44. domenica c’è il tuttocuoio!!!!!!!!!!!!!!!!! non babbi pirinela il croato l’arabo minibar e mia nonna in cariola

    Pubblicato da love&peace | 12 gennaio 2018, 16:17
  45. LO SO MEGLIO DI TE CHI C’E
    E SO ANCHE CHI C’E MERCOLEDI
    LA DOMANDA TE CI SEI

    Pubblicato da MMINI BAR | 12 gennaio 2018, 17:09
  46. a le finito
    un saluto a tutti
    ci sentiamo giovedì
    speriamo con 6 punti in tasca
    sempre forza rimini

    Pubblicato da MMINI BAR | 12 gennaio 2018, 17:54
  47. Purtroppo la verità fa male, ma adesso sono tutti pro Mestrovic, persona che personalmente non so chi sia e che adesso viene considerato il salvatore della patria perchè ha rilevato il Santarcangelo, senza offesa per i loro tifosi. Spero a questo punto che diventi il nuovo presidente del Rimini, Grassi permettendo. Il tempo è galantuomo, aspettiamo. Firmato Maxi BAR un nostalgico.

    Pubblicato da Pier Giuseppe Babbi | 12 gennaio 2018, 17:57
  48. pipin zirandla
    e un po di anni che ha santarcangelo dicono di
    non sostenere piu i costi di gestione
    aspettavano te che portassi i dindi
    ma non sei andato
    adesso vuoi fare la morale a brolli

    Pubblicato da remin fat in la che santarcangiul le na citta | 12 gennaio 2018, 15:41
    1) non ho fatto la morale a nessuno.
    2) Il Santarcangelo piange da un po’ di anni? Ma se tutti lo prendevate come esempio, un’isola felice.
    3) Brolli aveva tutto il diritto di vendere e ha fatto bene a farlo ma sapendo le intenzioni di Mestrovic, di fatto ha decretato la sparizione del Santa.
    AT SALUD, VIN ME STADIO DMENGA, FORZA REMNI

    Pubblicato da GIORGIO PALLEPIENE (THE REAL) | 12 gennaio 2018, 18:24
  49. Scusate ma invece di denigrare tutto e tutti qualcuno mi sa spiegare per quale motivo il Patron non accetta di stare in società con i croati ? Non è che questi hanno la peste

    Pubblicato da Paride | 12 gennaio 2018, 19:02
  50. Il motivo principale per cui non possono coesistere lo ha spiegato alla riunione con i tifosi,hanno due modelli diversi per fare calcio ognuno ha una sua idea e non si andrebbe d’accordo. Comunque prima di scartare l’ipotesi mestrovic aspettiamo che spieghi i suoi progetti e le proprie credenziali… Da qui a maggio di tempo ne abbiamo. Poi anche con grassi il futuro non è garantito visto che ammette che una C da salvezza è difficile da sostenere economicamente, chi viene allo stadio per vedere una sofferta salvezza o addirittura una retrocessione perché non si possono prendere giocatori forti?

    Pubblicato da Marco | 12 gennaio 2018, 19:55
  51. Peggio…hanno j soldi ..le capacita’.e l ambizone…fanno paura

    Pubblicato da Nichi | 12 gennaio 2018, 20:33
  52. Per me farebbero bene a cedere la società perché con il calcio ci si può fare male

    Pubblicato da Daniele | 12 gennaio 2018, 20:59
  53. Prima partita da capolista, avanti ragazzi forza burdel, forza Rimini

    Pubblicato da pipin zirandla | 13 gennaio 2018, 20:17
  54. Con il Tuttocuoio sono in ballo 3 punti (e non dico che non siano importanti), ma l’affidarsi alla giusta compagine societaria vede in ballo il nostro FUTURO!
    A mio modo di vedere Mestrovic ha già fatto del bene al Rimini modificando un ridicolo stato di cose in cui il gruppo Grassi (alcuni componenti del quale scrivono su questo blog con il chiaro scopo di tentare di pilotare l’opinione dei tifosi) spacciava la gestione della squadra come una sorta di beneficienza che veniva elargita alla città di Rimini per evitare che il calcio sparisse (fingendo di dimenticare che c’erano altri ben felici di presiedere la squadra al loro posto, partendo anche da una serie superiore).
    Oggi almeno è chiaro a tutti che Rimini è un brand importante dove si può fare calcio e si può fare impresa in modo fruttuoso (per chi è capace di farlo) e che chi gestisce la società di calcio deve farlo consapevole della responsabilità che si è assunto di garantire standard (a livello di categoria, investimenti, parco giocatori, stadio, ecc…) consoni all’importanza della nostra città e della nostra tifoseria.
    Pare a me o non si sentono magicamente più stupidaggini del tipo “campionato di consolidamento della serie D”, ma anzi promesse di fare grandi cose, un giorno si e l’altro pure?
    Poi se gli amici del gruppo Grassi ci dicessero anche quali sarebbero queste “grandi cose” sarebbe meglio, altrimenti ci viene il dubbio che siano solo fanfaronate.
    O adesso Grassi ha magicamente trovato anche i soldi che due mesi fa diceva di non avere?!?
    Anche in questo ultimo caso, se così fosse, grazie Mestrovic!

    Pubblicato da Luca | 14 gennaio 2018, 00:53
  55. Me a so già te stadio
    Stadio parola grosa
    A so te campet
    At port un ag i se se ci pin tai FE un bus

    Pubblicato da Brilli boys | 14 gennaio 2018, 10:39
  56. parlate parlate intanto Grassi come vi avevo detto giorni addietro sta facendo i fatti
    su fb con la portavoce e il dirigente bianconero
    alla faccia dei croati
    ci si vede eh!

    Pubblicato da Omar | 14 gennaio 2018, 11:02
  57. Omar, si vede lontano un miglio che sei un servo di Grassi. Avete fatto un team per difendere una causa persa? 😂😂😂 fatela finita che non vi crede nessuno.

    Pubblicato da Tifoso vero | 14 gennaio 2018, 11:14
  58. Io di una cosa sono convinto
    Chiunque vuol bene al Rimini lo vuol vedere in alto e non in eccellenza
    Se grassi ha queste possibilità lo dica e lo faccia
    È la smetta di elemosinare a destra e manca
    Se non riesce veda di fare diversamente

    Pubblicato da Am so stuf | 14 gennaio 2018, 11:33
  59. Concordo con Luca, l’affacciarsi di Mestrovic in Romagna, ha già portato effetti positivi. Cosa potrà mai offrire il dirigente bianconero, se non una affiliazione, il diventare una squadra satellite dove far maturare qualche giovane? Un modo per avere qualche giovane promettente senza fare spese folli. Avere buoni giovani è senz’altro importante ma non basta per garantirsi la permanenza in categorie importanti.
    La proposta croata (per quanto se ne sa al momento) ci garentirebbe di rimanere una società indipendente, con risorse proprie e padrona del proprio futuro e ambizioni.

    Pubblicato da elefantino | 14 gennaio 2018, 12:31
  60. Mi pare che su questo forum ci sia tanta gente che scrive sicuramente alle dipendenze del patron gli avete mai chiesto perché non vuole fare una società forte insieme ai croati guardate che e lui che non vuole accordarsi mica gli altri ognuno mette quello che può mettere e si fa un Grande Rimini

    Pubblicato da Roby | 14 gennaio 2018, 12:49
  61. Ultimissime: il bianconero visto è di Cesena Salutatemi Omar!

    Pubblicato da Non ci sto | 14 gennaio 2018, 20:28

Rispondi

Bar Sport su Facebook