stai leggendo....

Rimini. Ma una parte di tifosi cosa vuole veramente?

calcio

Rimini. Ma una parte di  tifosi cosa vuole veramente?

Se tifo Milan e domani comprano un brutto giocatore o brutto allenatore, io resto ovviamente un tifoso del Milan. Ma  la storia della società, va difesa, salvaguardata da promesse da marinaio. Per questo oggi mi voglio rivolgere a una parte di tifosi del Rimini ai quali pongo alcune oggettive considerazioni. Intanto del perché  credere solo in quello che si vuole  credere e del perché di questo pregiudizio verso di noi che vi  porta a ignorare le prove che dimostrano il contrario? Quello che scriviamo  su questo sito dovrebbe essere considerato una rarità (in città)di informazione sportive  che sono  dimostrate e confermate. Se siete obiettivi dovreste ammetterlo e sfido chiunque a dire che  abbiamo raccontato frottole o nascosto qualcosa a discapito della verità. Voi siete sempre alla ricerca di valutare prove che sconfessino le nostre  tesi. Tendete a crearci  una bolla per rafforzare la validità delle vostre fantasie e del vostro astio senza prendere visione obiettiva a 360 gradi sui nostri sforzi che tendono ad identificare la verità. E a tale proposito vi chiedo di dirmi  cosa ci guadagneremmo  a metterci contro il potente di turno?  Niente: Nessun favore, nessuna intervista, nessun ospite o per dirle alla Elio Pari: ” nemmeno un’emerito ceppo di min…..” E allora, perché tanta miscredenza? No alla Lukap, perché qualcuno disse che erano “poco di buono.” (eufemismo) Si al fantomatico Arabo che noi stigmatizzammo subito e oggi no ai croati. Non nascondiamocelo, questa parte di  tifosi biancorossi  sono  strani, diversi dagli altri perché  non sanno tutelare la propria legittima ambizione e la  pretesa di qualcosa in più di quanto avuto in questi ultimi 6/7 anni di “passione”.  Perché dall’esperienza maturata bisogna trarre giudizio e valutare con obiettività’ le proposte interessanti ,anche se provengono da imprenditori stranieri. Basta sbattere la porta in faccia a tutti. Solo in questo modo  la Rimini del pallone potrebbe dire addio all’esilio dal calcio che conta. Quindi cerchiamo di tenere sotto controllo le nostre emozioni anche se è una cosa difficile e cerchiamo di valutare dei dati che potrebbero essere risolutori. Per cui, non lasciamoci  influenzare da narrazioni coinvolgenti ma irrealizzabili come è successo sino ad ora, apriamo invece a possibili  traguardi che  puntano in un’altra direzione… con la speranza che sia  definitiva.

Commenta la notizia

34 Di risposte a “Rimini. Ma una parte di tifosi cosa vuole veramente?”

  1. bene giusto sacrosanto preoccuparsi del futuro ma parlare del presente (ad esempio, del fatto che siamo primi con 6 punti di vantaggio oppure del big match di domenica a forli, dell’acquisto di cappelupo vero o presunto?) non guasterebbe su questo sito, ogni tanto..

    Pubblicato da salvo | 23 gennaio 2018, 13:38
  2. Io non dico NO a prescindere, per me i croati se vengono qua a fare buone cose sono ben accetti, ma rimango del parere che hanno sbagliato nel metodo e nella tempistica. Detto questo, condivido anche il pensiero di SALVO, parlare un po’ piu’ del campo e un po’ meno della societa’ sarebbe opportuno.

    Pubblicato da RUFUS RASKA | 23 gennaio 2018, 13:44
  3. Il problema è che a rimini occorre vivere alla giornata.Considerata la mancanza di cultura spiortiva che si protrae da decenni, e il disinteresse imprenditoriale locale cronico assolutamente comprensibile data la mancanza di un progetto che possa soddisfare le esigenze di chi esborsa quattrini in cambio di bisness attivo.pertanto godiamoci i 6 punti di vantaggio con i 397 paganti che gia è tutto un dire. Poi che venga la lukap lo sceicco gli slavi i rumeni i bulgari i mongoli saranno sempre graditi ma da valutare e mettere alla prova nel tempo.

    Pubblicato da MAX | 23 gennaio 2018, 14:52
  4. ci vorrebbe uno sceicco mongolo

    Pubblicato da gengis khan | 23 gennaio 2018, 15:06
  5. scusate ma cappellupo dov’è finito?
    i

    Pubblicato da romagna mia | 23 gennaio 2018, 15:19
  6. Non c’è ancora ufficialità su Capellupo.. Dovrebbe firmare questa sera.

    Pubblicato da barsport | 23 gennaio 2018, 18:35
  7. Io sono d’accordo con Beppe. Bar Sport ha sempre raccontato verità scomode alla piazza ma i fatti gli hanno sempre dato ragione. Siamo noi molto prevenuti con questa trasmissione in quanto non ci racconta quello che vorremmo egoisticamente sentire. Condivido l’articolo ma i 6 punti di vantaggio sono tanta roba. Forza Rimini ,sempre!

    Pubblicato da Tifoso vero | 23 gennaio 2018, 18:47
  8. Lunedì sera ho assistito alla trasmissione bar sport. Francamente non ho capito l’insistenza nel etichettare il campionato di serie D, come da Bar o quasi!!!!! Ma come mai lo scorso anno si voleva caldeggiare l’ingresso della cordata Umbra Perchè garantiva l’iscrizione al campionato dei Bar????Stento a capire dove si annida una simile logica. Il bistrattato Team GRASSI rischia di centrare,, al secondo colpo la serie C . Scusate se è poco, ma nel dopo guerra ciò non si è mai verificato. E’ cosa da poco??? Per me sarebbe una cosa enorme !!!! Perchè se è facile primeggiare in questa categoria L’Imola che spende il doppio stenta a riuscirci????Sulla questione Croati il giudizio obiettivo lo ha espresso l’avv. PATIMO, il più lucido nell’esposizione della situazione in essere.non è sbagliato pensare che se si centrassela promozione , più soggetti saranno interessati ad un ingresso nella società .Rimini è una città dai tanti volti, molto appetibile, perché non pensare positivo??? DOMENICA TUTTI A FORLI!!!!ESODO DI MASSA!!!!chi non ci vuole bene attenda.

    Pubblicato da Veronica | 24 gennaio 2018, 09:42
  9. due promozioni consecutive non sarebbe male no ma c’è chi non capisce o non vuole capire quello che questa società e questi ragazzi stanno facendo

    Pubblicato da salvo | 24 gennaio 2018, 10:09
  10. Veronica, almeno con gli umbri avremmo iniziato prima il campionato dei bar e prima sarebbe finito. Per quanto riguarda il discorso lucido dell’avvocato Patimo nessun tipo di obiezione. L’avvocato diceva che forse, ripeto, forse a Maggio Grassi cederà. La tua ipotesi invece la trovo inverosimile: Dove troviamo i soggetti interessati ad entrare in società sotto l’egida Grassi? Penso che nessuno sia così stupido da investire dei soldi per fare comandare altri. Poi ripeto, faccio il tifo per Grassi, affinché ci proponga un progetto vero, privo di fantasie e titubanze.

    Pubblicato da barsport | 24 gennaio 2018, 13:20
  11. scusi indino ma cosa sa lei che con gli umbri sarebbe finita diversamente? chiaroveggenza o demagogia spicciola?

    Pubblicato da salvo | 24 gennaio 2018, 13:33
  12. Salvo e Veronica, partiamo dal presupposto che vinceremo il campionato (facciamo tutti gli scongiuri del caso, ma è innegabile che non si tratti solo di una flebile speranza). Bene, il prossimo anno saremo in C. Un BRAVO all’attuale società, la quale però, dice chiaramente, che, in caso di assenza di aiuti esterni, non sarebbe in grado di proseguire (questo lo ha detto Grassi, non io o Indino o altri), o per lo meno di essere all’altezza delle aspettative generali dei tifosi. Bene, cosa faremo allora? Un campionato per salvarci? Beh, potrebbe anche starci per una neopromossa e, come inizio, potremmo anche digerirlo (a fatica, ma potremmo). A giugno però saremo ancora da capo.
    Croati o meno, Grassi deve dire chiaramente che tipo di aiuto si aspetta. Se si aspetta che qualcuno intervenga portando liquidi alle casse senza però avere poi alcuna voce in capitolo nella gestione, mi sa che può abbandonare ogni speranza. Potrà trovare qualche nuovo sponsor, ma a livello di pecunia, il suo problema sarebbe risolto? Io credo di no. Se arrivasse qualcuno che butta sul piatto una lauta controparte economica mi pare evidente che chiunque esso sia, qualunque cittadinanza abbia non permetterebbe che a detenere il 100% delle quote sociali restasse solo Grassi.
    Se io metto 500.000 euro e la società è stimata 1.000.000 di euro (cifre assolutamente inventate da me solo per fare un esempio), io devo avere il 50% delle quote e comando a metà con te. Forse è proprio questo che Grassi non vuole, cioè dividere potere e facoltà di scelte tecniche, gestionali, amministrative ecc. con chiunque altro. E se da una parte lo capisco, dall’altra invece penso: e secondo te uno ti da mezzo milione di euro così a fondo perduto perché è un supertifoso senza aver diritto di chiedere di condividere con te oneri e onori?
    Io mi aspetterei questa chiarezza da Grassi. Farci sapere quale sono le sue intenzioni in caso di promozione in serie C e le sue condizioni in caso di offerte (sia quelle ricevute, che quelle che eventualmente potrebbe ricevere in futuro). Cioè: vuole andare avanti da solo sperando solo di incrementare le entrate (abbonamenti, sponsorizzazioni) oppure prenderebbe in considerazione la possibilità di interagire con altri soggetti (qualunque soggetto, non solo i croati – ovviamente solvibile e degno di fiducia)?
    So che ne ha parlato con gli amici del Rimini, ma quello è un club, seppure importante, che rappresenta una parte di tifosi, non tutti. Non ne parlerà certamente con bar sport, ma ha una sua tv e un suo sito. Che lo faccia utilizzando i suoi canali di informazione o la sua portavoce (?). Io vorrei sentirlo.

    Pubblicato da BRANCA | 24 gennaio 2018, 14:27
  13. Chiarimenti: non ho affermato che altri soggetti metteranno i denari soltanto per gratificare GRASSI , ma si parlerebbe di una gestione paritetica con l’apporto di un gruppo di persone che dovrà eleggere il gruppo dirigente.GRASSI , non è uno stupido tutt’altro!!!!Mai si sognerebbe di prevaricare soci paritetici, ma metterebbe a disposizione dei medesimi l’esperienza accumulata. In secondo luogo se decidesse di molare tutto ( ovviamente se arriverà l’agognata serie C) non solamente i Croati saranno interessati all’operazione!!!!!! Rimini è spendibile :Turismo,Mega Fiera, Posizione geografica eccellente , Ottima Media Impresa ecc…..non sto esagerando,se si raggiungerà la meta il boccone diverrà appetibile.Un grazie sincero a GRASSI:tieni duro non molare hai parecchie impossibilità di farcela.

    Pubblicato da Veronica | 24 gennaio 2018, 18:02
  14. Comunque anche i croati si sono presentati facendo promesse eccezionali ma per il momento i loro obiettivi di mercato sono sfumati vedi brighi e marchi che si sono accasati altrove, finora sono arrivati giocatori sconosciuti croati e ungheresi che devono imparare lingua italiana e modo di giocare in Italia

    Pubblicato da Paolo | 24 gennaio 2018, 18:31
  15. Veronica: lapsus freudiano? Parecchie ” impossibilità ” di farcela non è un bell’augurio per Grassi.
    A parte gli scherzi, mi auguro che sia come dici, ma sinceramente ne dubito. Vedremo. E intanto tocchiamo ferro e speriamo nella promozione. Qui io ci spero veramente. Sul resto sono scettico

    Pubblicato da Branca | 24 gennaio 2018, 21:39
  16. Io mi vivo il momento
    È il momento dice vincere questo torneo
    Poi si tireranno le somme
    Io non parteggio per nessuno
    Ma vorrei sognare sinceramente chiunque sia il presidente
    Se arriva uno che fa sul serio e ha le risorse
    Questo è un bene per tutti
    Se chi c’è trova le risorse ancora meglio ma deve parlare alla gente e farsi capire
    Non c’ è il 2 senza il 3 sono scaramantico
    Ma vorrei vivere sognando perché già la vita mi fa stare con i piedi per terra
    È come diceva uno
    Se devi vivere per strisciare allora alzati e……………

    Pubblicato da Mini bar | 24 gennaio 2018, 21:50
  17. Perché non commenti l’ arrivo del centrocampista ?
    Non si può parlare un po’ di calcio giocato ??

    Pubblicato da STEVE | 25 gennaio 2018, 15:06
  18. Ahh scusa non avevo visto la discussione aperta ….l

    Pubblicato da STEVE | 25 gennaio 2018, 15:15
  19. Secondo qualcuno stanno cercando una via da intitolare a Vincenzo Bellavista
    A lui va intitolato lo stadio per ciò che ha fatto
    A Romeo Neri grande atleta la pista d’atletica Nuova fuori dallo stadio
    Facciamo della polemica con il nostro comune
    Quasi quasi vorrei quelli del comune di Cesena
    Ecco cosa vorrei come tifoso il comune di Cesena per il calcio

    Pubblicato da Mini bar | 25 gennaio 2018, 21:39
  20. Credo che Intitolare lo stadio non si può, cambiare piazzale del Popolo a piazzale Bellavista forse si può.

    Pubblicato da Robertino | 26 gennaio 2018, 13:33
  21. Hai voglia a sognare L’iscrizione non è di 4.000 euro ma con la fideiussione è di tante tante migliaia di euro.

    Pubblicato da Bello di notte | 26 gennaio 2018, 20:41
  22. Qualcuno sa quanti biglietti sono stati venduti per Forlì
    Grazie

    Pubblicato da Mini bar | 27 gennaio 2018, 14:06
  23. 450 venduti

    Pubblicato da Luca | 27 gennaio 2018, 14:36
  24. Luca a disposizione 450 .
    Venduti tutti? Bene
    Grazie

    Pubblicato da Mini bar | 27 gennaio 2018, 14:53
  25. io credo che comunque qualcuno senza biglietto andra’ lo stesso,

    Pubblicato da RUFUS RASKA | 27 gennaio 2018, 15:33
  26. Indino è vera la voce che circola a s arcangelo ( io sono di rimini ma lavoro la) che brolli sarà partner di grassi in caso di promozione in c? Non so però con quale funzione.

    Pubblicato da mods Rimini | 27 gennaio 2018, 15:38
  27. Domani dobbiamo vincere il derby loro davanti fanno paura con Marini e Speziale

    Pubblicato da Raffaele | 27 gennaio 2018, 20:01
  28. UN PAREGGIO MI SODDISFEREBBE IN PIENO

    Pubblicato da VELVET | 27 gennaio 2018, 20:16
  29. 450? Tutti? Magari! Ieri sera è apparso un comunicato che riportava la cifra di 279. Quasi uno dei minimi storici per una gara di tale importanza, nella vicina Forlì . Le cause? Sicuramente la fine del calcio come fenomeno di massa, subito dopo a mio avviso ci metterei anche la diffusione della gara in diretta tv. Bella mossa, a che pro mi chiedo se non quello di distogliere la gente dal ragionare e vedere le cose coi propri occhi? Inoltre, se vogliamo ragionare, come può una redazione giornalistica essere obiettiva se il suo partner principale diventa la società ?

    Pubblicato da PIX | 28 gennaio 2018, 10:31
  30. PIX considera anche quelli che andranno SENZA biglietto

    Pubblicato da VELVET | 28 gennaio 2018, 10:36
  31. Indino novità su brolli a rimini?

    Pubblicato da mods Rimini | 28 gennaio 2018, 11:11
  32. Solo polemica.300 persone fuori casa tanta roba in serie d ma tanta
    4 anni 3,fallimenti altro che massa
    Stadio risalente al medio evo questa è’ la nostra vera vergogna
    Forza Rimini
    A maggio in c con le nostre gambe poi si vedrà
    Nessuno è stupido è tutto può succedere

    Pubblicato da Io vado a forli | 28 gennaio 2018, 11:18
  33. Sono d’accordo con pix. A me fa comodo che trasmettano la partita perché ho l’influenza e non sarei potuto andare a Forlì. Questo però fa in modo che un certo numero di tifosi non abbiamo voglia di seguire la propria squadra in trasferta ed innesca anche il conflitto di interessi che pix evidenzia.
    Questo lo pensavo anche anno scorso.

    Pubblicato da Primo | 28 gennaio 2018, 11:43
  34. PRIMO anche io pensavo le stesse cose ma poi mi sono convinto che alla fine “chi puo’ e vuole andare” in trasferta ci va’ lo stesso. La stragrande maggioranza delle persone che guardano la partita in tv non andrebbero comunque in trasferta, anzi, molti di loro non vengono nemmeno in casa. La diretta tivu’ in questo caso la ritengo un’alternativa, non credo che sposti delle gran masse mentre sul discorso “conflitto di interessi” mi trovi d’accordo.

    Pubblicato da VELVET | 28 gennaio 2018, 12:32

Rispondi

Bar Sport su Facebook