stai leggendo....

Presentato il nuovo Rimini. Grassi :”l’obiettivo è fare sempre meglio.

calcio

Presentato il nuovo Rimini. Grassi :"l'obiettivo è fare sempre meglio.

 

GRASSI: “L’OBIETTIVO E’ FARE SEMPRE MEGLIO”

Si è svolta ieri sera, nella suggestiva cornice del Coconuts, la presentazione ufficiale del Rimini F. C. versione 2018-19. Presenti all’appuntamento la dirigenza al gran completo, la squadra che si appresta a difendere i colori e il nome della città nel prossimo campionato di Serie C, lo staff tecnico e sanitario e i volontari biancorossi, tutti quei “ragazzi” che con il proprio operato contribuiscono in maniera determinante alla causa. A fare gli onori di casa Lucio Paesani, patron del Coconuts, al quale è stato consegnato un pallone firmato da tutta la squadra. Sul palco sono poi saliti, a uno a uno, tutti i componenti la rosa della prima squadra e naturalmente mister Luca Righetti. “Siamo ancora al 50 per cento della condizione ma stiamo lavorando duramente per farci trovare pronti per l’inizio del campionato – ha affermato il tecnico biancorosso -. Il nostro obiettivo è mantenere la categoria ma cercheremo di fare il massimo. Scenderemo in campo come fossimo un bulldog, azzannando l’osso e non mollandolo mai”. La palla è poi passata al presidente Giorgio Grassi che ha esordito con una battuta, ribadendo scherzosamente quanto detto dallo stesso palco esattamente un anno fa: “Come nella scorsa stagione puntiamo a un campionato di consolidamento”. Il clima si è fatto più serio quando si è parlato delle difficoltà legate alla nuova categoria. “In Serie C abbiamo obblighi e costi come fossimo in B ma senza le necessarie risorse, così non è possibile andare avanti come testimoniato da quello che accade a tante società ogni estate. E’ un sistema che va ripensato radicalmente”. Nonostante questo si è respirata tanta positività. “L’uomo è condannato a migliorarsi e anche noi faremo delle cose sempre più belle. Non è detto sarà così anche per il risultato finale, la categoria è differente, ma faremo così migliori rispetto allo scorso anno. Sicuramente tutto quello che era nelle nostre possibilità lo abbiamo fatto. Del resto due anni fa non avrei mai pensato di essere qui a parlare di Serie C, nel calcio e nella vita nulla è impossibile”. Durante la serata i presenti hanno potuto fare la conoscenza del mitico Piadyno, il pelosauro blu amico dei bambini perché portatore di valori positivi che da questa stagione sarà anche vicino ai colori del Rimini F. C. Graditissima la sorpresa organizzata dalla Munich, la storica azienda catalana di calzature sportive rappresentata dal direttore commerciale per l’Italia Marco Montanari, che ha consegnato a ciascun biancorosso un paio di sneaker contrassegnate dalla celebre “X”.

Commenta la notizia

6 Di risposte a “Presentato il nuovo Rimini. Grassi :”l’obiettivo è fare sempre meglio.”

  1. Buone intenzione tante, anzi tantissime, ma come farà la dirigenza a superare alcuni aspetti critici ineludibili che affliggeranno l’FC Rimini nei prossimi mesi? Mancanza di risorse economiche per affrontare la stagione sportiva (e non), conseguente campagna acquisti improntata al risparmio e quindi con giocatori di seconda fascia e cosa ancora più grave un’assoluta carenza di programmazione. Ci si lamenta da più parti per una fiacca campagna abbonamenti per il campionato prossimo ma non ci si interroga sulla genesi di questa disaffezione. Non si è mai legato un evento riminese di portata nazionale alla FC Rimini, mai è stato avvicinato un personaggio sportivo e non di rilievo nazionale che potesse far breccia nei cuori dei più giovani attraverso la FC Rimini. Si è puntato solo e sempre sugli affezionati di sempre ed ormai un po’ datati. Un altro calcio è possibile presidente (caspita ora possiamo chiamarlo così!) ma bisogna saperlo fare! Il difetto di comunicazione è congenito a questa dirigenza che fa dell’etica un estremo baluardo ma della scarsa attrattiva una sorta di valore al merito. Oggi il mondo è giovane e solo attraverso dei testimonials riconoscibili si potrà avere un effetto virtuoso per la FC Rimini. In questi due anni di apprendistato molto è stato fatto ma poco o nulla è stato imparato dalla giovane FC Rimini: La dirigenza poteva contattare chessò un noto motociclista di Tavullia oppure un tatuatissimo cantate rap di Milano ovvero chiedere al sindaco di unire una dei tenti eventi di luglio (molo Street – notte rosa – ecc.) alla FC Rimini. Non parliamo degli sponsores che tanto bene hanno fatto al Rimini (vedi Novomatic) ma che come tutti sapevano erano a termine; nessun’iniziativa seria per reperirne altri legati al territorio ma solo la già straannunciata utopica e fallimentare sottoscrizione popolare. Di buone intenzioni sono lastricati i cimiteri presidente e se un altro calcio è possibile allora si circondi di persone preparate e che lavorino già ora per l’anno prossimo con un idea che non sia solo uno slogan vuoto di significato.
    Un saluto carissimo
    Mela

    Pubblicato da Mela | 13 agosto 2018, 17:29
  2. In alternativa caccia fuori due soldi e fai una campagna acquisti che non sia da retrocessione immediata!

    Pubblicato da davide | 13 agosto 2018, 22:49
  3. vai a prendere floccari tamai
    dicono sia stato offerto al cesena in d

    Pubblicato da corri | 14 agosto 2018, 12:39
  4. vai a prendere floccari tamai
    dicono sia stato offerto al cesena in d

    PUBBLICATO DA CORRI | 14 AGOSTO 2018, 12

    MAGARIIII,

    Pubblicato da Amor senza pretese | 14 agosto 2018, 16:21
  5. il cesena ha un vero stadio, rimini no.

    Pubblicato da Franco | 14 agosto 2018, 17:01
  6. Gli addetti ai lavori o i bene informati sanno se ci sarebbe qualcuno interessato a rilevare la squadra nel caso in cui dovesse ristagnare nel calcio dilettantistico o nella zona retrocessione della serie C per i prossimi anni a causa della mancanza di risorse dell’attuale proprietà?
    Perchè oggi pare questo il destino che ci aspetta, ma vorrebbe dire la morte del calcio a Rimini.

    Pubblicato da davide | 16 agosto 2018, 00:02

Rispondi

Bar Sport su Facebook