stai leggendo....

Ancora una sconfitta per i biancorossi-Fermana -Rimini 1-0

calcio

Ancora una sconfitta per i biancorossi-Fermana -Rimini 1-0

FERMANA: 28 Marcantognini, 4 Urbinati, 5 Comotto, 8 Misin, 14 Scrosta, 16 Sarzi Puttini, 20 Giandonato (26′ st 27 Fofanà), 23 Malcore (35′ st 21 Marozzi), 24 Maurizi, 26 Sperotto, 29 Lupoli (26′ st 17 Van Der Heijden). A disp.: 22 Pavoni, 3 Guerra, 7 Zerbo, 13 Nepi, 15 Maloku, 18 Otranto, 25 Grieco, 30 Contaldo, 33 Pettinari. All. Destro.

RIMINI: 1 Scotti, 3 V. Nava, 4 Venturini, 5 Ferrani, 6 Alimi, 9 Buonaventura (19′ st 16 Volpe), 11 Guiebre (19′ st 10 Cicarevic), 13 Petti (38′ st 23 Bandini), 17 Arlotti, 20 Palma (29′ st 27 Candido), 30 Montanari (29′ st 8 Variola). A disp.: 22 G. Nava, 2 Brighi, 14 Piccioni, 19 Marchetti. All. Martini.:

ARBITRO: Daniele Perenzoni di Rovereto.
ASSISTENTI: Pacifico di Taranto e Trinchieri di Milano.

RETI: 51′ Lupoli

Il Rimini con il lutto al braccio per la scomparsa di Alberto Bucci, coach di basket adottato da Rimini.

Formazione con la novità Scotti che si riprende la maglia da titolare(era ora) e con Buonaventura dal primo minuto.

16′ Fermana pericolosa : punizione di Giandonato da sinistra per Scrosta sul secondo palo, Lupoli cade in area e chiede il rigore, il direttore di gara lascia proseguire.
Al 28′ ancora una punizione di Giandonato, la difesa biancorossa mette fuori, Misin dal limite con il pallone che sibila vicino al palo di Scotti.
31′ Rimini che va al tiro con Alimi dal limite dell’area, sfera sul fondo di pochissimo.

42′ Buonaventura serve V. Nava, rimpallo che innesca , Arlotti che da buona posizione, colpisce Comotto .
46′Punizione di Giandonato, Maurizi finisce a terra dopo un contrasto con Scotti. ma l’azione termina con un nulla di fatto. Finisce il primo tempo.
sullo 0-0.

SECONDO TEMPO

51′ Gol Fermana: Da angolo Sperotto colpisce di testa con Scotti che salva alla grande respingendo, Lupoli raccoglie da pochi passi e mette in rete.

53′ Il Rimini colpisce il palo due volte: Palma in area controlla e calcia di destro, palla sul palo alla destra di Marcantognini, Buonaventura al limite dell’area piccola calcia il tap-in di sinistro, ma con la porta spalancata spara sulla traversa.

Il Rimini non riesce a reagire e la Fermana si accontenta di controllare.

90′ ′ Angolo per il Rimini: Candido crossa in mezzo, Nava di testa, mette sul fondo.
Si entra nel recupero. Finisce 1-0

Altra sconfitta per il Rimini che complica ancor di più la sua marcia verso la salvezza. Brutta situazione alla quale non si vuole porre rimedi pur di non ammettere gli errori creati.

Commenta la notizia

27 Di risposte a “Ancora una sconfitta per i biancorossi-Fermana -Rimini 1-0”

  1. Sono curioso di sentire le dichiarazioni di Martini…. se esordisce dicendo che la prestazione c’è stata, cambio sport. Squadra senza palle, fiammata dopo aver preso goal con sfiga infinita e doppio palo traversa. Ma troppo poco. Sullo zero a zero abbiamo continuato a controllare la partita sperando che qualcosa succedesse….. e come al solito qualcosa è successo, abbiamo preso goal. Un altro calcio è possibile ? Si in serie D

    Pubblicato da Tredi | 10 Marzo 2019, 19:32
  2. Quando vi esce fuori dalla zona playout la partita successiva (anche per merita delle altre squadre che ci stanno dietro) si ritorna subito nelle posizioni spareggi per non scendere. Occhio che dietro hanno accorciato e l’ultima posizione dista solo 3 punti. Non vorrei pensare male però a volte uno ci prende…

    Pubblicato da Rimini Vai in D? | 10 Marzo 2019, 23:26
  3. Società irresponsabile…. Predete provvedimenti , e anche in fretta.

    Pubblicato da Sandro | 11 Marzo 2019, 10:27
  4. Buon giorno, in questo commento voglio solo riportare numeri..
    In 30 partite abbiamo raccolto 32 punti con una media poco superiore di un punto a partita..
    Ma da chi sono stati fatti questi punti??
    7 punti in 7 partite con la gestione Righetti
    15 punti in 13 partite con la gestione Acori
    11 punti in 10 partite con la gestione Martini
    Bene caro il mio presidente, il nuovo allenatore pur avendo a disposizione rinforzi giunti dal mercato di riparazione non ha migliorato la situazione, anzi ci ha portato in una situazione abbastanza critica dal mio punto di vista.
    Non sarebbe meglio CHIEDERE SCUSA e tornare alla vecchia gestione?

    Pubblicato da Giacomo | 11 Marzo 2019, 12:13
  5. basta un cross in area e tutti a casa
    ma vi sembra una cosa degna di una squadra
    sufficienze a go go per i giocatori 8 su 11 gli altri 5,5 della societa nessuno parla
    io darei a tutti 4 compreso il mister perche perdere sempre allo stesso modo e’diabolico
    stiamo rischiando grosso e va tutto bene

    Pubblicato da va tutto bene? | 11 Marzo 2019, 12:30
  6. @Giacomo Se vedi chi sono gli 11 di Martini, diventa chiaro perche Grassi ha scelto lui. Giocano quelli che portano i soldi alla squdra( Volpe, Arlotti, ecc. ) e che tutti quanti insieme non hanno fatto 1 gol o assist nelle ultime 5 partite. Buonaventure e Scotti da titolari solo perche gli chiedeveno i tifosi. Se la societa’ ha deciso di tornare in D lo deve dichiarare.

    Pubblicato da Sarakook | 11 Marzo 2019, 12:30
  7. Per la precisione Martini 10 punti in 10 gare non 11(tenendo conto che 1 punto con la ternana è da condividere direi)…

    Pubblicato da Die79 | 11 Marzo 2019, 12:32
  8. Sapete cosa penso? Grassi sta preparando i bagagli e di quello che succedera’ al Rimini non gliene può fregare! Incompetenza allo stato puro.

    Pubblicato da Me ne vado | 11 Marzo 2019, 12:37
  9. Saracook secondo me il tuo pensiero è quasi corretto..credo che chi dirige il rimini abbia commesso un enorme errore…ovvero affidare la squadra a giocatori troppi giovani solo per interessi economici..e non è così che ci si salva in un campionato difficile come quello di lega pro..non concordo sul fatto che i veterani siano di nuovo in campo perché acclamati dai tifosi..sono in campo perché era giusto così ma era giusto lasciarceli fin dall’inizio..sono la spina dorsale del rimini e magari se avessero giocato con continuità non saremmo a questo punto..ora si può fare ben poco..anzi,rimetterli quando siamo così nei guai li carichiamo di responsabilità doppia e mancano troppe poche partite per sperare che siano dei maghi! Grassi dovrebbe farsi un esame di coscienza ( se gli interessa ma non credo ) che da quando ha cambiato le cose è stato il declino verso la serie D.purtroppo per noi.

    Pubblicato da Achille L. | 11 Marzo 2019, 16:01
  10. prima tutti a volere scotti e buonaventura….ieri scotti ha fatto mezza cappella sul gole provocato un rigore non dato, bonaventura ha sbagliato un gol che lo faceva anche mio nonno i carrozzina. Ora che si dice?

    Pubblicato da corvotempesta | 11 Marzo 2019, 18:00
  11. si dice che il rimini sta andando in d con o senza scotti e bonaventura perche prima viene il soldo e poi il lato sportivo

    Pubblicato da zio brec | 11 Marzo 2019, 18:29
  12. non so se Martini e’ piu’ bravo di Righetti , di ,Acori allegri e guardiola
    so quel che dice in conferenza
    i ragazzi sanno cosa fare. no i ragazzi non sanno come vincere e non sanno come pareggiare,sanno solo come si fa a perdere dopo che hanno preso un goal
    i ragazzi devono stara attaccati al risultato. i ragazzi e’ meglio che stiano attaccati agli avversari sui cross nella nostra area
    un allenatore che prende goal sempre allo stesso modo in 5 partite dovra farsi 2 domande

    Pubblicato da siamo ancora in tempo | 11 Marzo 2019, 18:44
  13. L’ennesima meteora sta finendo il suo corso nel panorama calcistico riminese

    Pubblicato da Giovanni | 11 Marzo 2019, 19:08
  14. Grassi, falla finita e riprendi Acori.

    Pubblicato da Basta Martini | 11 Marzo 2019, 19:15
  15. Oggi fuori della sede del Rimini c’era attaccato un cartello
    Cercasi pizzaiolo con impasto al seguito che il nostro e’andato a male

    Pubblicato da Per non piangere | 11 Marzo 2019, 20:17
  16. Corvotempesta ma hai visto la partita?Scotti ha fatto due miracoli e il goal non è certo colpa sua e quel rigore di cui parli tu ,non esiste,c’era fallo sul portiere sull’uscita alta..Bionaventura purtroppo sì è mangiato un goal ma capita purtroppo..non si può mica pretendere che facciano miracoli solo due persone su 11…e comunque fossi in te non parlerei..non mi sembra tu ti intenda molto di calcio..fai ridere!

    Pubblicato da AchilleL. | 11 Marzo 2019, 21:16
  17. Se pensavano di fare soldi con la vendita di Guibre ed Arlotti, dopo le ultime partite il loro valore è quasi nullo.

    Pubblicato da Claudio | 11 Marzo 2019, 23:58
  18. @Achille L. Concordo pienamente con te.
    Io lasciavo 7-8 che giocavano nella D + 3-4 nuovi e bravi, di esperienza in C. Quelli “veterani” con il cuore bianco rosso e il comportamento diverso verso la squadra, i tifosi, la citta, i compagni nel campo ( Alex B., Simoncelli, Scotti, Petti, Variola, Cicarevic, Andrea B..ecc )
    Ma anche l’anno scorso loro non avevano i calciatori migliori, ma hanno creato un gruppo che respirava insieme e che proprio per questo ha portato Rimini nella lega pro. Questo e’ molto importanre nel calcio( l’ultimo esempio Man. United contro PSG )
    E alla fine…Buonaventura meritava di giocare ogni partita dal 1. minuto non per i tifosi, ma perche e’ bravo.
    Ti saluto…e sempre forza Rimini.

    Pubblicato da Sarakook | 12 Marzo 2019, 00:17
  19. Il mondo dei tifosi, ma anche degli addetti ai lavori, dalla A alla terza categoria, è condizionato inevitabilmente dai risultati.
    Poche o nessuna polemica quando si naviga col vento in poppa, infinite, amare, pesanti, anche poco civili e spesso poco reali e razionali, quando le cose vanno male.
    Premesso che non mi ritengo depositario di alcuna verità, e che quindi ognuno è libero di pensarla come vuole, vorrei dire qualcosa riguardo l’utilizzo degli under, sul quale, negli ultimi tempi ho letto molti pareri discordanti fra loro.
    Dirò la mia sui giovani che hanno disputato un numero discreto di partite, in rigoroso ordine alfabetico.

    ARLOTTI (’99) – per me è un giocatore imprescindibile; basta vedere le giocate che ha sempre fatto anche nelle giovanili: rapido e tecnico, tenace e battagliero, ha segnato spesso goal spettacolari.
    Immagino che possa essere già nel mirino di qualche club di categorie superiori.
    Lo metterei sempre in campo, anche perchè nella decina di gare che ha dovuto saltare per infortunio, si è sempre sentita la sua mancanza.

    GUIEBRE (’97) – Ha iniziato bene questa stagione; in campo in 27 gare su 30, ha alternato buone prestazioni, impegnato in sgroppate vincenti, almeno in velocità, e spesso è stata una pericolosa spina nel fianco delle difese avversarie.
    Era già nel mirino di una squadra di B, ma nel mercato invernale non è successo più nulla.
    Lo metterei sempre in campo, dandogli compiti ed indicazioni tattiche precise, più offensive che difensive, perchè può perdere un pò di lucidità se deve fare sempre avanti indietro.

    G. NAVA (’97) – Quando ai primi di giugno la società ha rilevato dal Lecco questo portiere, ho cercato com’è mia abitudine con i nuovi arrivi, di saperne di più. Dai filmati in circolazione e dagli archivi di giornali e networks vari, ho capito che questo giovane, a 21 anni aveva già disputato più di 90 partite in serie D, facendo bene ovunque fosse andato.
    Immaginando che Scotti sarebbe stato il titolare, aspettavo la Coppa Italia per vederlo giocare con i nostri colori, ma così non è stato.
    Non mi pare abbia mai dato problemi di spogliatoio e quando dal 15° turno Acori gli ha dato la maglia da titolare, ho pensato che anche i tecnici, vedendolo dagli allenamenti, avessero avuto modo di apprezzarne quelle qualità tecniche e fisiche che erano emerse dalle poche mezze amichevoli disputate e dai filmati vari da me visionati, e non si trattasse di acquisire qualche migliaia di euro in più.
    Domenica scorsa è finito in panchina, dopo l’ennesima buona prestazione col Gubbio, dove anche se poco impegnato, ha mostrato le sue qualità, come far sembrare facili le parate difficili, diversamente da altri portieri, che si vedono un po’ in tutte le categorie, che spettacolarizzano anche le parate più semplici.
    Decideranno i tecnici, ma per me sarebbe sempre titolare.

    VARIOLA (’98) E’ sceso in campo 20 volte su 30, magari subentrando a qualche compagno, e a mio avviso ha dato sempre il suo contributo al gioco della squadra. Ammesso fra i titolari. E’ un giocatore ordinato e dispone di un buon tiro da lontano.

    VENTURINI (’96) Questa sarà la sua ultima stagione da under in terza serie, e di fatto scendendo in campo in 26 gare su trenta, e da considerarsi un titolare.
    Nel suo ruolo non c’è molta concorrenza neanche fra gli over, per cui lo farei giocare chiedendogli sempre la massima concentrazione in fase difensiva.

    VOLPE (’97) Lo abbiamo visto all’opera in 28 gare su trenta, apprezzando la sua forza fisica, lo scatto perentorio e la difesa del pallone.
    Da una punta ci si aspettano i goal, e anche se è il nostro capocannoniere, 5 reti sono un bottino un po’ scarso per una punta con le sue caratteristiche.
    Cercherei di dargli fiducia, facendolo giocare nella 3/4 avversaria, sperando che ben supportato dai compagni, possa raggiungere la doppia cifra e permetterci una salvezza che comunque meritiamo.

    Pubblicato da Orazio Coclite | 12 Marzo 2019, 01:01
  20. Serie d sicura

    Pubblicato da Adolfo | 12 Marzo 2019, 01:27
  21. Orazio è chiaro che nella tua disanime ti nascondi dietro a spiegazioni e realtà , peraltro personali per nascondere la tua esternazione su Nava vedendo più dì quello che è reale. I giovani in una società sportiva sono essenziali ma una piazza come Rimini dove L attesa sella prestazione tè altissima mette a dura prova la loro poca esperienza, credo siano buoni elementi che giocano però con paure. Vista la tua poca obiettiva pochezza su Scotti citando numeri di nuovo , Nava è un portiere alto che non fa patate plateali perché non le fa , semplice, Scotti non fa parate plateali fa miracoli, essere obbiettivi ti porterebbe a vedeee ciò che è agli occhi di tutti , ma non voglio parlare di quello che è evidente basta tu ti riguardi le partite qui non si tratta di allenatori ne si giocatori ma di equilibri rotti una squadra coesa vince più di una squadra di fenomeni senza Unione . Non è vero che è colpa dei giovani ma è vero che se in una squadra togli la colla questa impazzisce , L importanza che tu non stai dando a questo è sintomo di faziosità ed ho già espresso . È la terza volta che mi trovo a dover difendere dai tuoi attacchi un giocatore che andrebbe rispettato per il cuore la bravura L importanza che ha all interno di una squadra la differenza oltre alle parate la fa il suo amare ogni giocatore e stargli accanto , ma lei questo non lo sa perché non lo vive lo giudica perché contro il Duo . Un saluto ed alla prossima puntata

    Pubblicato da Qualinque | 12 Marzo 2019, 08:47
  22. ORAZIO COCLITE abbiamo capito che vuoi far l’intenditore ma ahimè devi fare i conti con la mancata obiettività che hai..ennesima analisi errata sul giovane portiere ! .non puoi neanche paragonare i due portieri,mi dispiace.E questo perché qualunque persona con gli occhi vedrebbe che il numero 12 ancora non è pronto per certe piazze e deve migliorare su tutti gli aspetti ( dichiarato anche dai dirigenti su interviste )..far diventare facili le parate difficili poi,te le sei proprio sognate..
    Discorso Arlotti: siamo tutti d’accordo che deve stare in campo ma la società ha commesso un grave errore..dargli la fascia da capitano troppo presto..è un peso che anche un giovane talentuoso come lui non riesce a sostenere..non a caso in tutti gli sport in genere la fascia la porta il più esperto..
    Diiscorso giovani:hai fatto la lista di giocatori che magari le qualità le hanno ma NON POSSONO STARE IN CAMPO SENZA LA SPINA DORSALE…si perdono e non hanno ancora la forza caratteriale per sostenere un carico così grande come quello della salvezza…chi credi che sia il fulcro dello spogliatoio che deve tenere unito il gruppo?ti rispondo io..in qualunque sport GLI OVER ! spero che ormai non sia troppo tardi ma in questo campionato sono stati fatti troppi errori dirigenziali riguardo alla formazione e adesso non si può pretendere che chi gioca,o entra dopo essere stato tutto l’anno in panchina ,ti risolva il campionato!

    Pubblicato da Paolo S.M. | 12 Marzo 2019, 10:42
  23. Io non ho mai attaccato Scotti, contrariamente a quanto alcuni, a vari livelli, hanno fatto con Nava da quando ha iniziato a giocare. A questo punto però le dico che domenica scorsa Scotti ha avuto un bellissimo riflesso, sventando il tiro da distanza ravvicinata al 52′, ma ha anche sbagliato un paio di uscite su traversoni morbidi nella propria area, al 23′ e allo scadere del primo tempo.
    Sull’azione del goal, un portiere della sua esperienza poteva fare di più, bloccando il pallone anzichè respingerlo con gli avversari che stavano a due passi e hanno potuto segnare facilmente; a questo punto sarebbe stato impossibile anche per Allison evitare il goal.
    Guardi che le partite le seguo con attenzione e da parte di Nava ho visto molte ottime uscite alte, vedi la gara col Monza tanto per fare un esempio, e molte parate o deviazioni in angolo di palloni diretti nell’angolino basso, in più occasioni. Di queste prodezze rimane poco e niente negli highlights.

    Comunque,contrariamente a quanto afferma anche con sarcasmo, volevo parlare dei nostri giovani in generale, perchè li ritengo realtà importanti per la nostra squadra, e penso che vadano utilizzati al di là del fatto che possano portare qualche risorsa economica in più.

    Voglio aggiungere un ultimo pensiero sugli over che, fra vecchi e nuovi sono una quindicina.
    Montanari, Ferrani, Candido, Petti, Simoncelli, Alimi e Bonaventura e Cicarevic, in ordine di presenze,
    quando sono scesi in campo hanno cercato di dare il massimo, e non mi pare si siano risparmiati, quindi saranno titolari intercambiabili in base all’avversario e alle loro condizioni di forma.

    Dei nuovi arrivati col mercato invernale, Palma, Valerio Nava e Kalombo hanno dimostrato qualità in sintonia con la categoria e mi auguro che l’ultimo possa rientrare al più presto perchè può dare energia, spinta e briosità alla manovra sulla fascia di sua competenza.

    Un ultimo pensiero su Francesco Scotti: capitano e portiere indiscusso di una marcia vincente dall’eccellenza alla serie C, se verrà fatto giocare d’ora in avanti, personalmente non avrò niente da dire, e continuerò a non attaccarlo, come ho sempre fatto, perchè sono i tecnici e non i tifosi che devono dire chi deve scendere in campo.

    Pubblicato da Orazio Coclite | 12 Marzo 2019, 10:55
  24. a cosa servono queste valutazioni scusate
    stiamo retrocedendo per il semplice fatto che perdiamo fuori e pareggiamo in casa .
    martini ha perso la bussola la societa ‘ fa finta di niente e a mio avviso quando prendi goal sempre allo stesso modo su dei traversoni in area e segni col contagocce la colpa e’di tutti vecchi e giovani’
    tutti a mio avviso non meritano la sufficienza

    Pubblicato da va tutto bene | 12 Marzo 2019, 11:19
  25. Mi spiegate le aspettative “altissime” di una piazza come Rimini dove non si raggiungono neanche le 2000 unità a partita in casa? Una città di 150mila abitanti con una stadio del genere (che fa schifo, colpa del comune mica del presidente di turno) dovrebbe fare 5000 persone tutte le domeniche se si è attaccato davvero ad una FEDE calcistica. Cosa che non si realizzerà mai perché in questa città pensano tutti al soldo e ai cavoli loro, tifando anche per le squadre di serie A solite. Le “aspettative” le hanno a Cesena che in D hanno fatto 8500 abbonati, di cui dati alla mano un buon 400 NATI a Ravenna e guarda un po’ 500 a Rimini. La verità è una sola: oltre ad una fede ed una passione sconfinata oggigiorno nel calcio si perdono i soldi. Lo ha capito anche Grassi che per quel che può permettersi fa. Ma siamo sicuri che anche se ci salviamo sul campo la società iscriverà la squadra alla prossima serie C? Io non sarei tanto sicuro, gente seria all’orizzonte non se ne vede. E neanche nascosta per saltare fuori al momento opportuno. Lo sport in toto a Rimini è morto, guardate il baseball. Di professionismo rimane solo il calcio, ma credo ancora per 2-3 mesi .e poi? Si fa come l’Ancona? Adesso il basket sta rinascendo facendo numero di presenza più alti del calcio. Questo dovrebbe fare capire come il riminese è messo.

    Pubblicato da Rimini Vai in D? | 12 Marzo 2019, 13:07
  26. a sto punto retrocediamo poi falliamo perchè grassi va via e ci facciamo riprendere da lui in eccellenza un’altra volta!!!!

    Pubblicato da cinema e popcorn? | 12 Marzo 2019, 17:51
  27. grassi dice di vaer sottovalutato il professionismo, lo faceva un dilettantismo piu spinto.mu mamma cosa mi tocca senitre…….

    Pubblicato da cinema e popcorn | 13 Marzo 2019, 16:45

Rispondi

Bar Sport su Facebook