stai leggendo....

Siamo alle solite: Grassi vuole cedere ma non vuole cedere. Questa volta l’interlocutore è Samori.

calcio

Siamo alle solite:  Grassi vuole cedere ma non vuole cedere. Questa volta l'interlocutore è Samori.

Non è un buon periodo questo per la SERIE C. Sono tante le società in difficoltà economica e quotidianamente fuoriescono dei problemi per i club che devono far fronte a spese sempre più alte con incassi che restano bassissimi.  Anche il Rimini continua ad effettuare attraverso il suo presidente “balletti” tendenziosi a lamenti estenuanti. Ormai è un disco rotto che continua a girare sempre sul solco ripetitivo continuando ha sostenere a distanza di tre anni, di non essere stato avvicinato da alcuno per dare una mano. “Siamo stati abbandonati da tutti. Abbiamo una tifoseria piccola e disordinata. Abbiamo una stampa che parla solo di cose tecniche. Io non riesco a garantire continuità in serie C.” Parole e Musica di Giorgio Grassi! Alla domanda fatta lunedì scorso a “Bar Sport” in diretta telefonica: perché non lascia? Risponde: “Hai ragione, forse lo farò.” Ecco pronta la opportunità per dare concretezza alla sua speranza. In quanto arriva un altro tentativo (dopo quello dell’inverno scorso) di offerta di collaborazione da parte di Gianpiero Samori che attraverso il suo fedele amico e collaboratore Giulio Mongardi, prende appuntamento con il signor Grassi e ieri sera riformula la sua disponibilità di intervenire al rilevamento del 60% delle quote della società Rimini Calcio. Questa mattina ho chiamato al telefono il signor Mongardi per capire meglio. Allora Mongardi, come è andato l’incontro con il signor Grassi? “Non ne ho idea -esordisce- Ho avuto risposte da interpretare. Non so onestamente quali sono le sue intenzioni. Le risposte sono vaghe, da esaminare. Non siamo riusciti a percepire la sua volontà sul cedere o meno. ” Quindi non potete alimentare sogni di successo nell’operazione?” Non ne ho la più pallida idea. Voi conoscete Grassi e vi potete dare una risposta.” Avete convocato un’altro incontro? “Aspettiamo risposte. Per adesso sappiamo solo che va in vacanza.”

.

Commenta la notizia

6 Di risposte a “Siamo alle solite: Grassi vuole cedere ma non vuole cedere. Questa volta l’interlocutore è Samori.”

  1. senza parole…

    Pubblicato da Stefano | 7 Giugno 2019, 22:22
  2. A me Grassi sta molto su i Maroni… Ma anche Samori’…!!! Andante a leggere il fatto quotidiano, da paura…

    Pubblicato da Franco | 7 Giugno 2019, 22:29
  3. Fallimenti a go go…

    Pubblicato da Franco | 7 Giugno 2019, 22:31
  4. Se arriva questo e l’avvocato cesenate, stacco la spina.
    Nonostante la stagione di melma e le paturnie mentali di Grassi anche quest’anno non ho perso una partita ma se va’ in porto questa cosa non mettero’ piu’ piede al Neri.
    Samorì plurindagato e il compare tifoso del Cesena, roba da matti, da rivoluzione. La curva est non accetterebbe mai una cosa del genere (giustamente) e sarebbe guerra guerra guerra

    Pubblicato da NONONONONONONONONO E ANCORA NO | 8 Giugno 2019, 11:00
  5. Comunicato della società: non è più in vendita

    Pubblicato da BRANCA | 8 Giugno 2019, 11:52
  6. Gli addetti ai lavori sanno che tutti gli affari del gruppo Samorì a Rimini (Assicuratrice Milanese, Banca Modenese, ecc.) sono affidati all’Avv. Marco Lunedei, professionista serio ed affidabile e grande tifoso del Rimini.
    Il fatto che questo tentativo di acquisto non lo veda impegnato in prima persona, ma sia stato affidato ad un altro “giovane avvocato amico di Mongardi” mi da da pensare…
    Che Lunedei l’abbia ritenuta un’iniziativa speculativa e non abbia voluto legarla al proprio nome?
    Magari sono solo viaggi che mi faccio io, ma sta cosa mi ha dato da pensare…

    Pubblicato da Luca | 9 Giugno 2019, 22:04

Rispondi

Bar Sport su Facebook