stai leggendo....

Rimini contrariato in merito al rinvio del recupero Santarcangelo-Bellaria, scrive alla Lega.

calcio

In merito all’ennesimo rinvio della gara Santarcangelo-Bellaria per impraticabilità del campo, l’A.C. Rimini 1912 pubblica la lettera con la quale chiede spiegazioni alla Lega in merito allo spostamento della partita sopra indicata e a seguire la risposta della Lega alla lettera stessa.

 

Rimini, li 22 febbraio 2012

Oggetto: posticipo recupero gara campionato 2^ Divisione – Girone A – Santarcangelo – Bellaria Igea Marina.

(C.U. n. 128/DIV del 18.02.2012) 

La presente per significarVi quanto segue in merito al posticipo del recupero di cui all’oggetto che avrebbe dovuto disputarsi in data 22 febbraio 2012, allo stadio comunale “V. Mazzola”.

Si legge nel C.U. n. 128/DIV del 18.02.2012 che tale recupero è stato rinviato al 29 febbraio 2012 per “… impraticabilità del campo di gioco …” della società Santarcangelo.

L’art. 60, comma 4, N.O.I.F., statuisce che le Leghe possano rinviare d’ufficio le gare qualora i terreni di gioco, sui quali dovrebbero disputarsi, siano impraticabili e che l’impraticabilità “debitamente accertata, sia tale da non rendere comunque possibile la disputa delle stesse.”.

Nel rispetto di tale disposizione, ed al fine di salvaguardare il bene giuridico primario tutelato dall’ordinamento sportivo, ossia la regolarità dei campionati e, di conseguenza, di ogni singola gara, i rinvii delle partite resisi necessari a causa delle copiose precipitazioni nevose delle prime settimane del mese di febbraio, sono stati disposti caso per caso, proprio perché, come dichiarato in data 05.02.2012 dal Presidente della Lega Pro “La regolarità del campionato e il rispetto delle regole sono interamente da salvaguardare”.

A tal proposito tutti i rinvii sono stati decretati dalla Lega, dopo aver disposto l’acquisizione delle determinazioni assunte dalle Autorità competenti, il giorno prima delle partite, proprio per accertare debitamente se l’impraticabilità fosse tale da rendere impossibile la disputa della competizione.

E perché, come da regolamento, la neve caduta deve essere rimossa almeno 48 ore prima dell’inizio della gara pena la punizione sportiva della perdita della gara stessa.

Nel caso della partita Santarcangelo – Bellaria Igea Marina, invece, la decisione è stata presa in data 18.02.2012, ovvero ben 5 giorni prima della disputa della gara ed una decina di giorni dopo l’ultima nevicata nella zona interessata (?!), in un momento in cui le avverse condizioni meteo non persistevano più.

E’ evidente, pertanto, che un’eventuale impraticabilità del campo avrebbe dovuto essere decretata dall’arbitro designato, così come stabilito dall’art. 60, comma 1, N.O.I.F. (“Il giudizio sull’impraticabilità del terreno di gioco, per intemperie o per ogni altra causaè di esclusiva competenza dell’arbitro designato a dirigere la gara.”), al momento del sopralluogo del campo stesso il giorno della gara.

Alla luce delle considerazioni di cui sopra, sono con la presente a chiederVi delucidazioni in merito alla decisione presa, nel rispetto di quella trasparenza che da sempre caratterizza il Vs. operato.

Cordialità.

A.C. Rimini 1912 S.r.l.

Il Presidente – legale rappresentante

Biagio Amati

 

Di seguito la risposta della Lega:

Oggetto: recupero gara campionato Santarcangelo – Bellaria Igea Marina.

Si riscontra la nota del 22 febbraio u.s. concernente il rinvio della gara Santarcangelo – Bellaria programmato in pari data presso lo Stadio “V. Mazzola”.

Come noto la Lega Pro, in occasione delle recenti gravi situazioni metereologiche verificatesi in Italia, ha adottato una politica tesa a far disputare comunque gli incontri secondo il calendario.

I rinvii sono stati assai contenuti e conseguenza di situazioni non risolvibili o con rischi per l’incolumità dei giocatori e del pubblico.

La Lega e tutte le Associazioni sportive hanno apprezzato lo sforzo e i sacrifici fatti dalle società per affrontare la situazione straordinaria venutasi a creare.

Di conseguenza, non possono condividersi le critiche rispetto al rinvio della gara e i richiami alla normativa NOIF.

In ogni caso l’organizzazione dei Campionati è di esclusiva competenza della Lega.

L’Ufficio Agonistica della Lega è sempre a disposizione delle società per concordare le modalità di svolgimento delle gare cercando di venire incontro alle varie esigenze.

Venendo al caso in specie, è appena il caso di sottolineare come la società Santarcangelo non abbia potuto disputare la gara interna di Campionato prevista per domenica 19 ed è stata costretta a giocare in altro campo in trasferta.

Infatti le condizioni dello Stadio si presentavano assolutamente precarie in quanto la temperatura rigida aveva provocato la rottura delle tubature con conseguente impossibilità di funzionamento dell’impianto antincendio, la tribuna si presentava con gradoni ricoperti di spesso strato di ghiaccio, le strade adiacenti erano inagibili per la presenza della neve accumulatasi.

Viste le condizioni meteorologiche, a distanza di soli tre giorni, il programmato incontro del 22 febbraio era quindi fortemente a rischio e, auspicando un miglioramento delle condizioni meteo, è stato disposto il rinvio con ampio anticipo, anche per poter permettere al Bellaria-Igea Marina di annullare l’organizzazione per la trasferta.

Certi di aver fornito ogni opportuno chiarimento, si porgono distinti saluti.

 

IL PRESIDENTE

(Rag. Mario Macalli)

 

Commenta la notizia

One Response a “Rimini contrariato in merito al rinvio del recupero Santarcangelo-Bellaria, scrive alla Lega.”

  1. Giuseppe falla finita, sei stomachevole!!!

    Pubblicato da pirata | 26 febbraio 2012, 09:28

Rispondi

Bar Sport su Facebook