stai leggendo....

Seconda divisione. Savona: Niente salvagente fallimentare.All’asta non si presenta nessuno.

calcio

Niente salvezza dal fallimento per il Savona, va a vuoto anche la seconda e definitiva asta. Tutti i sacrifici di questi mesi, soprattutto quelli di giocatori e staff che con grande professionalità hanno continuato a scendere in campo ed allenarsi nonostante la gravissima crisi societaria, si sono rivelati vani. Il sogno di salvare la società, di conquistare la salvezza e di gettare le basi per costruire una squadra competitiva è svanito in una uggiosa mattina di febbraio.

Nello studio del dottor Marchese c’erano solo alcuni tifosi, l’instancabile team manager della squadra Salvatore Cavaliere e un manipolo di cronisti. Ma purtroppo non si è visto arrivare nessuno che fosse interessato ad acquistare il Savona e ad investire in questa società.

L’unica illusione è arrivata qualche minuto prima delle 9,30 quando sembrava fosse arrivata un’offerta telefonica, ma non era nulla di concreto. Non era l’incantesimo della fatina buona che salvava le sorti degli Striscioni. Stavolta non c’è stato nessun principe in sella ad un cavallo bianco a fare la parte di eroe. Questa storia, quella del Savona 1907 Fbc, non ha un lieto fine

Commenta la notizia

Nessun commento ancora.

Rispondi

Bar Sport su Facebook