stai leggendo....

Rimini calcio. Ufficiale l’arrivo del difensore Barbagli.

calcio

L’A.C. Rimini 1912 comunica di aver raggiunto l’accordo, per la stagione sportiva 2014/15, con Mirko Barbagli difensore mancino classe 1982. Barbagli, ha iniziato la carriera da professionista nella sua città natale, Arezzo, nella stagione 2002/2003 collezionando in cinque stagioni 43 presenze in C1 e 57 in Serie B. Nella stagione 2007/08, il nuovo difensore biancorosso ha indossato, sempre in cadetteria, la casacca del Grosseto, poi è passato al Perugia (C1), alla Pro Patria (C1), all’Alessandria (C1-C2), al Foligno (C1), ancora all’Alessandria (C2) e infine nella stagione scorsa al Forlì (C2). In carriera per Mirko Barbagli sono 218 le presenze tra i professionisti delle quali 63 in Serie B.

 

Le prime parole biancorosse di Mirko Barbagli

 

Sono molto felice, appena ho ricevuto la chiamata del Rimini non ci ho pensato due volte: questa è una società importate, con una storia di più di cento anni alle spalle, che deve tornare nel più breve tempo possibile nel calcio che merita. Arrivo con un obiettivo chiaro, del resto, con un blasone come quello del Rimini, in Serie D si può solo giocare per vincere il campionato. In questi giorni di lavoro con la squadra ho trovato un gruppo forte, positivo e voglioso di disputare un grande campionato. Conoscevo già Simone Calori per aver condiviso l’esperienza di Perugia, poi Francesco Torelli compagno della scorsa stagione a Forlì e sono amico da tanto tempo di Luca Cacioli che è di Arezzo, la mia stessa città. Non ho mai avuto mister Marco Cari come allenatore ma l’ho incontrato tantissime volte da avversario trovando le sue squadre sempre organizzate e difficili da affrontare. Sono mancino e in carriera ho giocato sia come difensore centrale, sia come terzino sinistro ma sono comunque a disposizione del mister… se serve già da Scandicci.

 

Commenta la notizia

One Response a “Rimini calcio. Ufficiale l’arrivo del difensore Barbagli.”

  1. Un altro bollito

    Pubblicato da Red | 5 settembre 2014, 20:44

Rispondi

Bar Sport su Facebook