stai leggendo....

Santarcangelo sprecone, al “Mazzola” passa il Teramo 1 – 2

calcio

SANTARCANGELO 1
TERAMO 2
SANTARCANGELO (4-3-1-2):
Nardi; Bigoni, Salvatori, Capitanio, Rossi; Bisoli (30′ st Argeri), Evangelisti, Torelli (19′ st Obeng); Graziani (30′ st Radoi); Pedrabissi, Guidone. A disp.: Marani, Traorè, Olivi, De Respinis. All.: Fraschetti.
TERAMO (4-4-2): Serraiocco (1′ st Tonti); Scipioni, Diakitè, Speranza, Perrotta; Fiore (40′ st Petrella), Cenciarelli (9′ st Amadio), Lulli, Di Paolantonio; Bucchi, Lapadula. A disp.: Masullo, Caidi, Pigini, D’Egidio. All.: Vivarini.
ARBITRO: Perotti di Legnano.
RETI: 40′ pt Graziani, 8′ st Bucchi, 11′ st Lapadula.
NOTE. Ammoniti: Bucchi, Salvatori. Espulso: 22′ st Bucchi. Angoli: 4-4. Spettatori: 458.

SPOGLIATOI
FABIO FRASCHETTI (ALLENATORE). “
È la quinta volta che creiamo il triplo degli avversari senza portare a casa la vittoria. Continuiamo a fare la nostra partita, salvo poi perdere contro squadre che giocano di rimessa. Anche oggi nel secondo tempo per due volte abbiamo messo un nostro uomo da solo davanti al portiere, dopo che prima ci era stato annullato un gol regolarissimo. Nella ripresa, una volta subite le due reti in contropiede, la squadra si è sgonfiata, sentendo tutte le apprensioni del momento”. Sul momento dei gialloblù. “L’importante è che si creino tante occasioni e che dietro queste si sviluppi un’idea di calcio. Poi per vincere serve buttarla dentro. Siamo penultimi, il che significa che dobbiamo lavorare maggiormente in settimana, alzando il livello dell’attenzione. Tra i problemi che ho avuto in estate e questo inizio di campionato, dico che se non mi salvo smetto di allenare. Ma questa formazione sicuramente si salverà perché ne sono sicuro”. Sul Teramo. “Chiuderà nelle zone alte della classifica, onore e merito a loro per questo risultato”.

IVAN GRAZIANI (ATTACCANTE). “Siamo caduti a causa di due disattenzioni. Non si può parlare sempre di sfortuna. Abbiamo fatto un buon primo tempo, in cui abbiamo concesso poco e raccattato meno di quanto creato. Però se ci ritroviamo a dire sempre le stesse cose, vuol dire che serve più concentrazione e cattiveria. Il mio gol? Una bella azione di squadra”.

MICHELE NARDI (PORTIERE). “Potrà sembrare una frase fatta, ma l’unica soluzione è il lavoro. L’unico modo per amalgamare questo gruppo nuovo. In campo abbiamo dimostrato comunque delle buone cose”.

VINCENZO VIVARINI (ALLENATORE TERAMO). “Ci siamo espressi al di sotto delle prestazioni precedenti. Andranno eliminati alcuni errori individuali, come quello sul gol preso. Il cambio del portiere? Serraiocco ha avvertito dei giramenti di testa negli spogliatoi”.

 

Commenta la notizia

Nessun commento ancora.

Rispondi

Sondaggi

Il Rimini inizia un nuovo percorso societario: cosa ne pensate?

Vedi Risultati

Loading ... Loading ...