stai leggendo....

Santarcangelo ad un passo dalla salvezza. 1-1 a Prato.

calcio

PRATO (4-3-1-2): Gazzoli; Rinaldi, Dametto, Sorbo (6’ st Grifoni), De Agostini; Cavagna, Urso, Gabbianelli; Fanucchi (32’ st Ogunseye); Rubino (13’ st Ghidotti), Bocalon. A disp.: Ivusic, Bandini, All.: Esposito.
SANTARCANGELO (4-3-1-2): Nardi; Traorè, Adorni, Cola, Rossi; Bisoli (18’ st Radoi), Obeng, Garufi (1’ st Ballardini); Berardino (40’ pt Graziani); De Respinis, Guidone. A disp.: Lombardi, Capitanio, Possenti, Argeri. All.: Bravetti (Cuttone squalificato).
ARBITRO: Illuzzi di Molfetta.
RETI: 31’ pt Bocalon, 23’ st De Respinis.
NOTE: ammoniti: Urso, Dametto, Rossi, Bisoli, De Agostini, De Respinis. Angoli: 5-2 per il Prato.
OBERDAN MELINI (DIRETTORE SPORTIVO). “Questo pareggio ci mette nelle condizioni di arrivare alla salvezza diretta nel caso in cui sabato battiamo il Pontedera. Sarebbe la quarta salvezza di fila tra i professionisti, un traguardo straordinario, a maggior ragione dopo una partenza claudicante ed un girone di ritorno molto positivo. L’1-1 di oggi, sommato agli altri risultati, può consentire oltretutto sia a noi che al Prato di mantenere la categoria”. Sulla gara odierna. “Abbiamo iniziato bene, poi però abbiamo preso gol sull’unico nostro errore, anche se va dato merito ai toscani di aver costruito una bella azione. In una sfida del genere, in cui chi segna per primo acquisisce un vantaggio notevole, siamo stati bravi a recuperare grazie anche alla nostra artiglieria pesante”.
ALESSANDRO DE RESPINIS (ATTACCANTE). “Nel primo tempo abbiamo fatto discretamente, anche se forse siamo stati un po’ troppo timidi in avanti. Se avessimo impostato tutta la partita spingendo come nel secondo tempo, avremmo potuto portare a casa pure la vittoria. Però per come si era messo l’incontro, il pari va benissimo”. Sull’occasione capitata negli ultimi minuti. “Il portiere del Prato è stato bravissimo a pararmi il tiro: ho provato ad alzare la palla, ma non me l’aspettavo così vicino”. Sul match dell’ultima giornata della stagione regolare (sabato al Mazzola contro il Pontedera). “Una gara fondamentale da portare a casa. In virtù dei risultati dagli altri campi, abbiamo staccato Forlì e Gubbio, per cui se superiamo il Pontedera ci salviamo. Dobbiamo soltanto lavorare sodo”.
VINCENZO ESPOSITO (ALLENATORE PRATO). “Le sostituzioni? Nella ripresa noi avevamo 3 attaccanti che facevano fatica a svolgere la fase di non possesso e l’inerzia era dalla parte del Santarcangelo. Coi due cambi abbiamo cercato di ritrovare l’equilibrio, peccato aver subito il pareggio. Che abbiamo preso nel momento in cui realisticamente difficilmente potevamo arrivare al 2-0, visto che ci stavano venendo meno forza e brillantezza. Nel finale abbiamo temuto di compromettere tutto”.

Commenta la notizia

Nessun commento ancora.

Rispondi

Sondaggi

Il Rimini inizia un nuovo percorso societario: cosa ne pensate?

Vedi Risultati

Loading ... Loading ...